Traffico, parcheggio: a volte basta poco per cambiare se stessi ed il mondo

Cercare di evitare la congestione del traffico e trovare un parcheggio . Spesso è necessario fare un vero piano per gli spostamenti casa lavoro e durante l’orario di lavoro .

La mobilità per motivi di lavoro e l’aspettativa di dove poter parcheggiare la propria auto interessa una fascia molto ampia di lavoratori e quindi si può parlare di problema comune.

Ed allora studi, teorie e  consigli utili  si sprecano per cercare di limitare gli stress, le incaimmaginevolature e le perdite di tempo da congestione del traffico e da ricerca di parcheggio.

Centri storici, periferie, l’angoscia per il tempo che si  passa sul mezzo a quattro ruote può presentarsi in qualsiasi momento , a volte basta girare  l’angolo. Ed il tempo a lavoro e non solo,  spesso è prezioso.

Lo capiamo, il problema è reale e costante, se non in crescita. Tutti bene o male ne abbiamo fatto esperienza, almeno una volta nella vita.

Ciò che invece non comprendiamo appieno è un’altra forma di stress, sempre legata alla congestione del traffico ed  al problema di parcheggio.

Nei pochi o tanti momenti di libertà , di svago, quando con amici diciamo  “facciamo due passi?”, oppure decidiamo per il tale ristorante o la talaltra spiaggia, dentro la testa della  maggior parte di noi  c’è comunque quella celletta che ci fa dire  “… comunque voglio stare tranquillo…”  .

Tranquillità associata alla ricerca di un  parcheggio più vicino possibile, però difficilmente ottenibile. E quando lo riusciamo a trovare siamo più sereni, quasi contenti.

Piuttosto paghiamo un posto sulle strisce blu o rischiamo la multa per aver sforato il tempo o per non aver parcheggiato perfettamente negli stalli, ma lasciare l’auto un po’ più lontano, a cinque/dieci minuti di una tranquilla passeggiata,  non è che ci torni poi così bene.

immagine2Eppure il nostro modo di agire da alcuni anni è rivolto alla necessità di fare movimento. Cerchiamo modi e tempi per andare a  piedi sui sentieri più belli d’Italia , per andare in palestra , per muoversi anche in centro , perché come ormai tutti sanno che una  passeggiata di almeno 30 minuti ogni giorno può apportare significativi benefici al nostro  organismo.

Così nella maggior parte dei casi basterebbe poco  per trovare parcheggio, per evitare le code : fermare la vettura poche centinaia di metri prima del  nostro traguardo .Ma un passo in più no, quello no, non rientra ancora nella nostra mentalità.

A volte il successo è solo un cambio di mentalità. Cambiare se stessi per cambiare la propria realtà ed il mondo.

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 + undici =