Storia di vita odierna con la mentalità e gli strumenti del 1800

…..Vecchi sapori… vecchi mestieri…ritorno al passato… lo stesso nome del sito “fugadalbenessere”; l’impronta data al nostro sito è abbastanza chiara .Ma difficilmente avremmo pensato di poter raccontare una simile storia.

Vivere nel 2014 con la mentalità e gli strumenti del 1800.

immagine2Questa è la storia di Sarah Alma Chrisman e il marito Gabriel Chrisman, americani che abitano in un piccolo paese alla periferia di Washington (Port Townsend), i quali  hanno deciso di raccontare la loro vicenda anche per mezzo di un libro, ancora poco conosciuto in Italia, dal titolo “Victorian Secrets: What a Corset Taught Me about the Past, the Present, and Myself”.

Nel quotidiano pur dovendosi relazione con gli altri più o meno utilizzano gli stessi strumenti ( entrambi sono laureati e lavorano comunemente ), nel privato Sarah e Gabriel cercano di vivere come in epoca vittoriana, utilizzando  mobili, abiti e mezzi di trasporto (a parte alcune volte l’uso della metropolitana) del tempo, scaldano la loro abitazione con il cherosene e fanno il più delle volte acquisti nell’unico negozio della zona risalente al XIX secolo.

Non hanno  smart-phone ne elettrodomestici o tv, solo un computer con connessione Internet per aggiornare il proprio profilo Facebook e rendere partecipi i “fans”.

Una giornata “tipo” in famiglia può comprendere il bucato a mano con la ‘giusta temperatura dell’acqua utilizzata allora – temperatura ambiente;’ la lettura di letteratura, guide e riviste galateo del 19 ° secolo, come una edizione 1889 di Cosmopolitan. E quando si tratta di pulizia, la signora Chrisman usa il sale per pulire i tappeti.

immagine1E per indossare i corsetti o i vestiti Sarah ha faticato un poco, dato che le risultava difficile abituarsi a stare in piedi e a muovermi con una postura corretta. Ma alla fine anche tale fatica è stata ripagata da atteggiamento che in generale si è migliorato.

L’amore per l’epoca vittoriana  li ha portati  a tutto questo ed i loro amici, ormai, se sono fatta una ragione, frequentandoli normalmente.

E cosa ce ne viene da tutto questo ?

Una cosa  forse è sicura . Che nel XIX secolo, la maggior parte delle persone ritenevano che il mondo fosse bello e buono, e che, concentrandosi su quella bontà , si poteva far andare le cose ancora meglio.
Oggi invece  troppe persone si concentrano solo sulle ombre. La gente moderna vede solo il male nel mondo e negli altri, preferendo ….lamentarsi nel buio piuttosto che aprire una finestra.

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciannove − 5 =