Sostieniamolo, “con parole…nostre”

La radio e la tv pubblica, importanti strumenti sviluppati in Italia grazie alla Rai negli anni Sessanta, nata per favorire la crescita culturale, sociale e di costume del nostro paese,  si sono appiattite su posizioni commerciali ( nonostante il canone ), rivolte alla ricerca del tanto atteso profitto, così da proporci, nella maggior parte dei casi,  modelli negativi e volgari, privi di valori.

Tutto questo cappello per dire che le poche trasmissioni della  Rai  che hanno ancora  un discreto contenuto,  si contano forse sulle dita di due mani . Una di queste ,  “Con parole mie”,  in onda ininterrottamente dal 1999 su radio rai 1, è stata improvvisamente soppressa .

Perché ? Perché pare che pochi introiti pubblicitari e ed un calo di ascolti avrebbero dato il la per la repentina cancellazione da parte della Direzione della Rai, a cui però  si è opposto con altrettanta celerità un battaglione di ascoltatori (al momento un po’ meno di 2mila ) , i quali  hanno firmato su Change.org, una petizione per il suo ripristino immediato. Anche mia madra, per esempio,  anziana donna che non utilizza le moderne tecnologie, ma ascolta la radio , un giorno mi ha detto, dispiaciuta : …lo sai, da domani, senza motivo ” Con parole mie” non sarà più trasmessa….perché …?

E si che il Prof. Umberto Broccoli, da sempre  “il” conduttore del programma,  sostenuto dall’importante contributo delle Teche Rai, ha saputo, mescolando parole, musica e pensiero, avvicinare il pubblico agli autori  classici, leggendo testi e recitando poesie  . Con naturalezza, semplicità, ma mai banale, Broccoli ha vissuto questo suo impegno con dedizione,  quasi come una missione. Così da portare “Con parole mie” ad essere una delle trasmissioni radiofoniche più seguire in assoluto e la più scaricata dai podcast.

broccoli1

E non solo questo. Infatti negli ultimi anni il palinsesto Rai prevedeva che l’edizione estiva del programma fosse condotta non più dagli studi interni di Roma, ma in trasferta,  in zone turistiche.

I primi anni in  Versilia, poi nelle Marche,  regione che ormai  aveva consolidato un forte legame con il Prof. Broccoli. Fermo , Recanati, Porto S.Giorgio, Osimo, città dove  il conduttore riusciva ad attirare  turisti da ogni parte d’Italia, per godere non solo del sole e del mare ma anche delle magiche sue serate,  aperte gratuitamente al pubblico, sempre numerosissimo.

Invece, scelte a volte sensazionali di rampanti  manager che riescono a trovare nell’ immediato nuove fonti  che danno l’impressione  di essere il toccasana dei bilanci, a discapito di programmazioni, consolidate e di grande cultura,  che anche se possono avere momenti di calo , rimangono i pilastri di una azienda,  che  purtroppo sta somigliando sempre più ad una  qualsiasi società commerciale del settore dei media .

Ed allora non ci resta che … con parole nostre… sostenere la petizione su Change.org,  per il ripristino di “Con parole mie “.

 

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , , . Usa il permalink.

2 Responses to Sostieniamolo, “con parole…nostre”

  1. marina dice:

    sembra da non credere, un programma ben fatto, pieno di cultura divertente, da ascoltare con attenzione e divertimento, che ne facciamo? Si butta via e spazio agli strilli e alle parole VOSTRE, cari direttoti, codirettori e capetti da 4 soldi. E’ una vera vergogna…
    con parole mie
    Marina

    • Luca dice:

      Cara Marina hai ragione,
      La cosa che ci deve far riflettere maggiormente è che probabilmente le trasmissioni di cultura sono sempre meno perché non attirano ascoltatori. E mai come in questo caso la penuria di ‘domanda’ riflette l’intelligenza dell’italiano medio..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × tre =