Si è avuta una vera e propria esplosione di turismo !

Dai giorni precedenti la Pasqua 2017 si è avuto subito il sentore che stava per finire il riposo invernale e ci si preparava ad uscire dal letargo, anche perché, la primavera, accompagnata dalla bella stagione, pareva giunta.

In effetti se ci avete fatto caso, anche guardandovi attorno, il periodo tra la Pasqua e l’ultimo festa del primo maggio ha visto tantissima gente riversarsi all’aperto, sfruttando le occasioni concesse dai ponti e le tante possibilità che il nostro paese riesce ad offrire, sia vicine che lontane.

In alcuni casi solo per mezza giornata, in altri per una giornata, in altri ancora per una notte oppure per più giorno, in moltissimi si sono spostati, andando alla ricerca di qualcosa di nuovo e di interessante.

Quindi, nel periodo appena trascorso, possiamo dire senza ombra di dubbio che si è avuta una vera e propria esplosione di turismo.

Così i ponti stanno diventando d’oro non solo per gli operatori turistici che possono lavorare a pieni giri, ma anche per il turista stesso che ha atteso, con fiducia, questo periodo per interrompere il tran tran quotidiano. A parte le zone terremotate (Umbria, Lazio, Marche), dove il problema contingente, purtroppo,  si è fatto sentire, in Italia prospera il turismo legato alle bellezze naturali e paesaggistiche, ma anche quello culturale o relativo ai prodotti agroalimentari di eccellenza.

Il settanta per cento dei turisti va alla ricerca soprattutto di aree costiere o zone di montagna, ma anche di colline laghi e fiumi, mentre il restante trenta,  preferisce centri d’arte e di cultura. E nel nostro paese, per fortuna, c’è di tutto un po’.

Diversi i fattori che hanno aiutato: la stagione che invoglia a stare all’aperto, la possibilità di avere qualche giorno di riposo dal lavoro, ma anche il mercato digitale, cioè il web, che non va tralasciato, in cui si moltiplicano articoli, pubblicità, diari di viaggio, che raccontano, con minuziosi consigli ed accattivanti foto, anche per le zone meno note; informazioni, queste, che hanno fatto da traino ad un boom turistico degli ultimi 15 giorni, per certi versi quasi inaspettato.

Facendo meravigliare anche i pochi operatori dei molti luoghi meno conosciuti, che in alcuni casi si sono trovati impreparati a gestire la situazione contingente. Ma per il futuro anch’essi si organizzeranno certamente per tempo, perché il turista, come vediamo, è alla ricerca di sempre nuove esperienze ed emozioni.

Pubblicato in Sport e tempo libero e con Tag , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciassette − quattordici =