Quarto reportage dall’Angola

Sono tornato ora alle 19,20 da stamattina alle 8.00 di martedì 9 ottobre; siamo stati al confine con la Namibia insieme ai due medici igienisti che si occupano di salute pubblica sul territorio.

Abbiamo incontrato delle donne che sono volontarie levatrici e che informano le persone che hanno nei paraggi sull’importanza di partorire in ospedale e di nutrire correttamente i bambini. È stato bello e stancante perché siamo stati 6 ore in jeep sullo sterrato.

Insieme a Laura e Mattia, medici di CUAMM che lavorano a Chiulo, dopo 3h di jeep su una strada inesistente abbiamo raggiunto questo ‘posto de saude’ quasi al confine con la Namibia.

Le Parteiras (levatrici), con le quali abbiamo fatto una foto di gruppo dopo un incontro per la formazione sull’assistenza alle gravide e ai bambini malnutriti, sono volontarie che si offrono di aiutare quelle persone che abitano troppo lontano dai centri di salute. Camminano tanti km al giorno e informano la popolazione locale sull’importanza di partorire in un ospedale e di controllare la gravidanza a rischio. Insegnano alle mamme come è che si dovrebbe nutrire un bambino (cosa e quando farlo mangiare).

Gli ospedali sono molto lontani per questo spesso non è possibile raggiungerli nel momento del bisogno, per questo è molto importante sensibilizzazione la popolazione su questi temi di salute pubblica.

Beniamino Bortoli

Pubblicato in africa e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 × quattro =