Per il 2016 prevediamo … il turismo spaziale !

Si  è arrivati anche alla fine del 2015. Cosa prevediamo per il 2016 ? Intanto l’anno appena trascorso è stato un anno intenso, veloce, segnato soprattutto da una certa instabilità creata da attentati e violenze un po’ ovunque, ma anche da momenti di speranza con Papa Francesco ed il disgelo tra Cuba e Stati Uniti. Anno che a detta dei nostri politici doveva essere l’anno della svolta,  della ripresa, che francamente non si è vista. Su una cosa penso che siamo tutti d’accordo però. L’anno 2015 è stato un anno con temperature molto calde. Anzi,  secondo le rilevazioni metereologiche il 2015 è l’anno più caldo sulla terra da quando esistono i rilievi sul clima e sulle temperature.

immagine 1

Ed il 2016 cosa porterà ? Fare previsioni è davvero arduo, anche perché è sempre più frequente che le certezze fino ad oggi avute,  vengano spazzate via in pochi attimi, al succedersi di questo o quell’ evento.

Su una cosa ci possiamo invece sbilanciare. L’avvicinarsi a grandi passi di una nuova forma di turismo: quello spaziale.

Fino alla prima metà del ‘900 il turismo era ancora un fenomeno d’elitè, che interessava certe fasce di popolazione , che avevano disponibilità di tempo e denaro. Successivamente il  turismo è diventato di massa,  caratterizzato dal fatto che i turisti si muovono lungo percorsi identici, seguendo  le mode. Così ogni cittadino ha la possibilità  di impiegare il proprio tempo libero sotto un cielo diverso da quello abituale.

E dal turismo di massa il futuro prossimo ci offrirà senz’altro una nuova frontiera di turismo, quello spaziale, che ha luogo nello spazio. Non so se l’anno 2016 sarà l’anno dell’inizio vero e proprio del turismo spaziale, ma se anche così non fosse, sicuramente il prossimo sarà un anno di ulteriori passi di avvicinamento verso la sua realizzazione.

Ad oggi , per il grande pubblico, a costi un tantino ancora elevati, è possibile cominciare a prenotare :

  • Russia, la Go Russia offre voli a bordo del jet supersonico MiG-29 capace di librarsi ad un’altezza di ben 23 chilometri;
  • Stati Uniti , la Zero Gravity Corporation gestisce un aereo speciale, un Boeing 727 modificato, che vola in saliscendi tra i sette ed i dieci chilometri d’altezza, ricreando all’interno del velivolo l’assenza di gravità;
  • Stati Uniti, la World View sta per offrire viaggi a bordo di un pallone aerostatico super hi-tech riempito ad elio che può sollevarsi fino ad un’altezza di 32 km e portare con sé un abitacolo contenente i passeggeri, che potranno godere dall’alto il panorama della terra;
  • Stati Uniti, la Space Adventures sta organizzando per il 2018 voli orbitali, passeggiate nello spazio, visite alla Stazione Spaziale Internazionale Orbitante, e persino una circumnavigazione della Luna.

immagine 2Pur essendo un fenomeno ancora agli albori, ci sono già stati dei casi isolati di viaggi spaziali a scopo di intrattenimento, finanziati dagli stessi privati al costo di svariati milioni di dollari. Ma presto l’offerta si allargherà ad un pubblico più vasto.

Ed allora la nostra previsione è quella che  sicuramente nel 2016 avremo un grande avanzamento dei lavori per ciò che concerne il turismo spaziale.

Buon anno a tutti !

Pubblicato in Mondo e con Tag , , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

14 − tre =