Ombrello per tutti !

Da molti mesi in Italia piove, con i gravi problemi che tutti conosciamo . Ed allora l’accessorio più usato diventa l’ombrello. immagine1

Le origini dell’ombrello raccontano che …. sconosciuto nell’antichità visto che mantelli, cappucci e cappelli di pelle risolvevano il problema della pioggia nel mondo classico ed in quello medievale … successivamente le comparse dell’ombrello sono rare: in pelle o in tela cerata, utilizzato sia per il sole che per la pioggia, lo si trova solo tra i potenti della terra, e non è mai sorretto dalla persona stessa, ma da un servo … l’unico elemento certo è la provenienza non occidentale: la Cina, l’India e l’Egitto si proclamano tutte responsabili della scoperta  del parasole ( poi divenuto anche parapioggia ), ciascuna con motivazioni valide…

In seguito per l’ombrello la consacrazione ad oggetto di consumo, di  uso comune,  per tutti i giorni,  arriva quando nel 1709 in Francia,  Monsieur Marius inventa un ombrello pieghevole o “tascabile” .

E così via fino a giorni d’oggi,  dove troviamo due importanti motivi di riflessione attorno all’ombrello.

Il primo riguarda una possibile scoperta rivoluzionaria .  La notizia è quella che la tecnologia e l’inventiva dell’uomo hanno creato , negli USA,  un  ombrello invisibile che  protegga dalla pioggia. Il nome è “Air Umbrella”  .  L’unico elemento è il manico e il segreto del suo funzionamento sta proprio qui,  grazie ad un getto d’aria che allontana la pioggia dal corpo,  proteggendolo attivamente.immagine3

L’Air Umbrella ha al suo interno un motore (alimentato da batteria di litio ricaricabile) e la lama di un ventilatore. Quando piove, il dispositivo assorbe l’aria sotto la pala e la scaraventa verso l’alto. Il getto d’aria sparato all’esterno ad alta velocità devia la pioggia creando automaticamente una zona di protezione.

Il secondo motivo chiamiamolo, per usare un eufemismo, più frivolo. E’ stata pubblicata dal più importante quotidiano nazionale la notizia secondo cui l’ormai ex commissario per la Spending Review, Carlo Cottarelli, si è imbattuto,  tra le tante norme e regolamenti  che ostacolano la sua lotta contro gli sprechi italiani, anche in uno stranissimo regolamento di divieto all’ uso dell’ombrello.

Si tratta di un regolamento che impedirebbe ai militari in divisa  dell’ Esercito e della Marina, ma non dell’Aviazione, di andare in giro con l’ombrello. Ed allora quale opportunità migliore ! Non potendosi bagnare, c’è l’occasione di rifugiarsi dentro un’auto di servizio, un’auto blu !

immagine2Meglio non commentare, perché anche la nostra flemma potrebbe essere messa a dura prova. Monitoriamo attentamente i principali quotidiani nazionali,  nei quali spereremo di trovare entro breve  che tale regolamento, nostro malgrado,  è venuto meno. Altrimenti non ci resta  che andare su www.change.org inserendo una petizione che annulli il regolamento che vieta ai militari in divisa  dell’ Esercito e della Marina di andare in giro con l’ombrello !

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

19 − tre =