Nell’Industria 4.0 può sussistere il capitale umano?

La discussione è aperta, ma forse prima che si chiuda, senza neppure accorgersene, vista l’accelerazione degli eventi, saremo già passati oltre.

Alcuni ritengono che questa nuova rivoluzione industriale, chiamata con il nome di Industria 4.0, creerà sì dei disagi per l’occupazione, ma in ogni caso questi saranno superati e compensati con la nascita di nuove figure professionali.

Altri invece prospettano (anch’io mi avvicino a questo modo di pensare) perdite secche di tanti posti di lavoro, perché non ci potranno essere più, a svolgere mansioni faticose, le “tute blu”, come pure molti “colletti bianchi” saranno inutili.

Già da un po’ di tempo, in tanti stabilimenti, i robot agiscono lungo tutto il ciclo produttivo, senza l’intervento dell’uomo. Ma non solo, visto che, le macchine del terzo millennio sono anche in grado di programmare istruzioni per prodotti qualitativamente perfetti. Inventate e indirizzate da pochi uomini, pensano secondo le leggi della cibernetica, elaborando sistemi di big data.

Negli Stati Uniti c’è qualcuno che arriva a considerare che, nel mondo dell’industria tecnologicamente avanzata, presto non ci saranno più lavori per diplomati e la quasi totalità dell’occupazione dovrà avere una formazione di tipo universitario.

Le assunzioni non potranno essere più di massa, ma mirate, specialistiche, con candidati che dovranno avere un bagaglio di competenze tecniche, non generiche.

Nel mondo dell’Industria 4.0 la base è un progetto e per arrivare ad una soluzione saranno necessarie poche figure chiave rappresentanti il capitale umano; persone che sappiano ragionare, strutturare ed affrontare problemi complessi che saranno poi eseguiti dai robot, indirizzati da software intelligenti.

Con il termine capitale umano si intende … l’insieme di conoscenze, competenze, abilità, emozioni, acquisite durante la vita da un individuo e finalizzate al raggiungimento di obiettivi sociali ed economici, singoli o collettivi

Con l’avvento dell’Industria 4.0 ci potrà più essere spazio per una simile definizione, troppo…umana… per i tempi che corrono?

Pubblicato in Economia -Lavoro e con Tag , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quindici + uno =