Manca la voce dell’Italia

Visti i fatti, il proverbio che più si addice sembra essere “meglio soli che male accompagnati”, mentre il più prossimo sarebbe invece “l’unione fa la forza”.

Il contesto è l’Unione Europea, in particolare modo il Consiglio dell’Unione, conosciuto anche come Consiglio dei Ministri Europei,  che delibera a maggioranza qualificata.

Il suo ruolo è quello di:

  • negoziare e adottare le leggi dell’UE, assieme al Parlamento europeo, basandosi sulle proposte della Commissione europea;
  • coordinare le politiche dei paesi dell’UE;
  • elaborare la politica estera e di sicurezza dell’UE sulla base degli orientamenti del Consiglio europeo;
  • firmare accordi tra l’UE e altri paesi o organizzazioni internazionali;
  • approvare il bilancio annuale dell’UE insieme al Parlamento europeo.

Il Consiglio dell’Unione Europea si riunisce periodicamente, ha dieci grandi aree di interesse, ed a ogni riunione sono invitati tutti i ministri competenti al settore oggetto della riunione.

Abbiamo fatto questo preambolo, anche un po’ noioso, perché se andiamo a consultare i verbali con l’elenco dei presenti alle riunioni del Consiglio dell’Unione (su questo c’è trasparente, chiunque può andare a leggere i resoconti ed i partecipanti), dal momento dell’insediamento del Governo Lega-M5S, notiamo che:

  • Savona, Ministro degli Affari Europei, fin tanto che è stato in carica, mai ha partecipato ad una riunione del Consiglio dei Ministri Europei (e sì che sarebbe anche il ministero assegnato ai rapporti con l’Unione Europea !);
  • Salvini ha saltato tutte le riunioni dei Ministri degli Interni, che trattavano soprattutto l’argomento “immigrazione”;
  • Di Maio, per il settore di sua competenza, non ha partecipato a 3 riunioni su un totale di 5.

Si vuole riformare, si vuole cambiare l’Europa, ma intanto ci teniamo alla larga, non si prende parte.

Non andare vuol dire non ascoltare, vuole dire non capire che aria tira, vuol dire non portare le proprie ragioni.

In poche parole, in Europa, ormai, sembra che manchi la voce dell’Italia.

Pubblicato in Mondo, Notizie, Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

7 + quattordici =