Lucano e Riace: venuti dal nulla, stanno ritornando nel nulla

Lucano e Riace: due nomi che venuti alla ribalta dal nulla, stanno ritornando rapidamente nel nulla.

Mimmo Lucano è accompagnato nel nulla.

Da alcuni mesi sospeso dalla magistratura dall’incarico di sindaco, in attesa delle indagini e di un eventuale processo, è un cittadino a cui stranamente è stato assegnato un provvedimento di allontanamento dal proprio comune.  Generalmente anni addietro chi era soggetto a restrizioni aveva un domicilio coatto chiamato anche confino; in seguito tale provvedimento è stato trasformato in soggiorno obbligato, di solito nel comune di residenza o di dimora abituale. A Lucano la magistratura invece ha previsto qualcosa di diverso ed inusuale, di fatto è stato “sconfinato”, cioè è stato allontanato dalla propria casa e dal proprio comune, a cui non può avvicinarsi. Così Lucano è libero di andare dove vuole ad eccezione fatta che tornare a Riace. Adesso vive nel vicino comune di Caulonia. Ogni tanto va a Roma a propagandare ancora il “modello Riace”, nella speranza che quanti hanno dato la disponibilità a far parte di un comitato per la creazione di una fondazione che si impegni a rianimare il  “modello Riace”, anche senza fondi pubblici, contribuiscano a far sì che l’idea non finisca nel nulla.

Anche Riace sta tornando nel nulla.

Il paese che aveva lanciato un forte messaggio di novità, speranza ed umanità, è scomparso dai media. Ma non solo. Nuovamente quasi del tutto spopolata (gli immigrati sono stati dirottati nei centri di accoglienza), con le attività commerciali ed artigiane che hanno chiuso, la cittadina ha visto chiudere anche la scuola, così che i pochi bambini calabresi presenti nella zona, sono stati trasferiti in un altro istituto scolastico, presso la scuola del paese più vicino.

Ammesso che Lucano abbia anche compiuto azioni sbagliate in favore della collettività e dell’accoglienza, va evidenziato il fatto che resteranno comunque in carico al popolo italiano, con un egual costo per la collettività, immigrati tristi ed abbandonati, rinchiusi, con i propri figli, in centri per l’immigrazione.

Ma non solo, triste, abbandonata ed in carico al popolo italiano, con un egual costo, lo è di nuovo anche Riace.

Tutto questo a chi giova?

E’ necessario trovare soluzioni alternative e nuove, come Riace lo era, che risolvano il problema della…terra di mezzo… su cui periodicamente, noi di Fuga dal Benessere, torniamo a battere.

 

 

Pubblicato in Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

13 − quattro =