Il “tempo” del caffè

Quando entri l’orologio a cui vieni associato scandisce il tempo e la tua spesa. A Londra ha aperto Ziferblat, un caffè appartenente ad un catena russa ,  dove tutto è gratis. Tranne il tempo.

Anziché pagare la consumazione stando comodamente seduti tutto il tempo che si vuole,  allo Ziferblat si paga il tempo che si passa nel locale : 3 penny (4 centesimi di euro) al minuto, quindi mezz’ora costa 90 penny (1 euro e 10 circa), un’ora 1,80 sterline (2,20 euro),  ma non si pagano le consumazioni !

Più che un locale pubblico lo Ziferblat vuole essere uno spazio condiviso. Infatti oltre che consumare gratuitamente  quanto viene offerto ( bevande non alcoliche, frutta, biscotti, spuntini ) è pure ammesso di portarsi da casa il cibo , che potrà essere cucinato o scaldato direttamente sul posto.

Questo tipo di bar più che un punto di svago, di appoggio come ufficio o un luogo dove rifocillarsi, vuole essere un nuovo modello, quasi una casa condivisa. A completare l’ arredo, nel locale di Londra,  si trova anche un pianoforte, il giradischi e comode poltrone.  Senza dimenticare il servizio,  ormai immancabile, di connessione wi-fi.

E prima di andarsene, anche se non è obbligatorio, se si lavano le tazze ed i piatti utilizzati e magari si lavano anche quelle di altri avventori, si dimostra di essere davvero entrati nel ruolo di condivisione e di scambio che lo Ziferblat cerca di trasmettere.

Questo modello verrà importato anche in Italia ?

Pubblicato in Capsule del sapere e con Tag , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

20 − otto =