Che banda !

Da che parte cominciamo ? Forse conviene iniziare dall’ esclamazione “ Che banda !”. Ma non si tratta di una banda nel senso generico del termine, che può essere una banda di malviventi oppure una banda intesa come un ambiente o una situazione  dove c’è molta confusione. Qui si tratta di un banda nel senso specifico del termine, un gruppo musicale.

Siamo a Loro Ciuffenna, un borgo medioevale di 5000 abitanti situato sulle pendici del Pratomagno, in provincia di Arezzo. Qui  troviamo la Banda Improvvisa,un gruppo musicale che ha poco a che fare con la classica banda di paese.

Perché ?  Perché la banda mescola jazz, arie del melodramma, fanfare balcaniche, tarantelle, rock e canti popolari, offrendo al pubblico una musica particolare, forse mai sentita prima,  che ti prende, ti appassiona, ti  travolge.

Alla fine degli anni novanta la banda vincendo per due anni consecutivi il principale concorso nazionale per bande, è salita agli  onori della cronaca a tal punto da iniziare a suonare in tutta Europa, collaborando pure con alcuni tra i più importanti musicisti contemporanei .  Poi si arriva al 2003 quando viene inciso  “Pratomagno Social Club”, il primo disco con il nome Banda Improvvisa , che ha avuto un tale successo da portarla a fare più di 300 concerti, oltre  ad apparire in trasmissioni radio e tv .

Ma oltre a tutto questo, che è già abbastanza sorprendente,  la sinergia tra la Banda Improvvisa,  il Comune di Loro Ciuffenna che finanzia il progetto e  la Scuola Media del posto , il cui professore di musica, Orio Odori, che guarda caso è  anche il promotore ed il direttore musicale della banda stessa, mette un altro tassello importante al geniale progetto .

Portare nelle aule l’insegnamento degli strumenti bandistici per poi portare la scuola nella banda. Proprio così, visto che gli alunni che si dimostrano  più bravi vengono arruolati nella Banda Improvvisa, che oggi conta  una  cinquantina di musicisti tra i 12 ed i 70 anni, di ogni estrazione sociale e professionale.

Se vi capita l’occasione di sentirla, non perdetela, visto che i concerti riscuotono sempre un successo strepitoso e tra i pubblico si esclama : che Banda !

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × cinque =