Un vero eroe dei nostri tempi

Se ne parla poco perché, diciamolo, per molti, è un personaggio scomodo. Troppe le verità che mette a nudo, come le mancanze e la spregiudicatezza di politici, di imprenditori, di burocrati corrotti, come tante sono le proposte intelligenti nell’ambito della Giustizia che, se fossero applicate, sarebbero, forse, un bastone tra le ruote per gli stessi soggetti sopra elencati.

Ma come qualcuno ha scritto sul web, la sua conferenza stampa del 19 dicembre scorso che ha fatto seguito all’operazione da lui coordinata contro le potentissime cosche dell’ndrangheta (334 arresti in tutta Italia, tra cui diversi dirigenti pubblici, militari ed appartenenti, in ruoli chiave, alla pubblica amministrazione), dai più importanti media quasi sottaciuta, perché come già detto prima, troppo scomoda, era invece da trasmettersi in diretta ed a reti unificate.

Perché è stato come ricevere un Manifesto, un appello alla società, per un cambiamento, per una lenta ma costante rivoluzione, in una regione, la Calabria dove, come dice il nostro personaggio… dobbiamo lottare e non rassegnarci a questo stato di cose…

Tanta fatica e tanta determinazione, ma anche tanti rischi, nel perseguire un sogno, in una terra difficile.

Il personaggio ha fatto un discorso incredibile, per niente politico, supportato da tanti fatti.

Per chi non lo avesse ascoltato è il caso davvero di non lasciarselo scappare, perché oltre a farti capire lo stato delle cose, ti segna. Il suo nome lo abbiamo lasciato per ultimo, non perché come in tanti cercano invano di fare, lo vogliamo sminuire, ma perché come dice lui bisogna mettere innanzi impegno e missione, invece di potere e carriera.

Il personaggio scomodo si chiama Nicola Gratteri, è un magistrato calabrese attivo da decenni nella lotta contro la ‘ndrangheta, che dal 2016 è a capo della Procura Antimafia di Catanzaro.

Non ci interessa raccontarlo, spiegarlo, perché i fatti parlano da soli.

Ci preme soltanto dire che è un vero eroe dei nostri tempi, che ha avuto anche il coraggio di dire pubblicamene … se i politici volessero in 10 anni le mafie sarebbero sconfitte

 

Pubblicato in Cultura - Media, Notizie, Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

otto + 3 =