Un buon 2019 a tutti

Alla fine di questo anno 2018 i problemi ed i dubbi sono molti. Ma le riserve nascoste, a volte inaspettate, che anche il nostro paese possiede,  che ci troviamo a volte, per caso, lungo la nostra strada, sono comunque di buon auspicio, danno la carica e fanno almeno sperare in un futuro diverso.

Questo semplice fatto che vado a raccontare ne è un piccolissimo esempio.

Il giorno dopo Natale ho deciso di passare con mia moglie una giornata diversa,  andando a passeggiare nella bellissima Firenze. 

Nel primo pomeriggio abbiamo pensato di salire un po’, sempre a piedi,  per ammirare dall’alto, e ci siamo diretti nella zona di Piazzale Michelangelo. A seguire abbiamo provato ad entrare nella Basilica abbaziale di San Miniato al Monte, che si trova in uno dei luoghi più alti della città di Firenze, Basilica che è uno dei migliori esempi di romanico fiorentino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Senza saperlo e senza volerlo ci siamo accodati a tante persone, che stavano entrando, transitando dalla Basilica, per l’appuntamento delle ore 15 alla visita dell’Abbazia di San Miniato al Monte, chiusa per 364 giorni l’anno ed aperta per l’appunto, solo il giorno di Santo Stefano. Per inciso all’interno del monastero sono presente undici monaci Benedettini, tra i 27 ed i 97 anni di età.

Uno dei monaci, di cui purtroppo non ho fatto in tempo a registrare il nome, ci ha intrattenuto per oltre un’ora e mezzo, non solo raccontando la storia della città e del luogo,  in maniera esemplare, ma intervallando ai racconti momenti di comicità e di show inaspettati che, alla fine, hanno reso la giornata inaspettatamente positiva. Questo breve filmato vi fa capire meglio.

Storia, cultura, tradizioni, ma anche intelligenza, preparazione, estro e furbizia. Tutto questo l’abbazia ed il monaco cicerone ci hanno dimostrato il giorno dopo Natale. Queste caratteristiche positive, se pensiamo bene, possiamo ricavarle un po’ ovunque, sparse nel nostro bello ma complicato Paese. Cerchiamo allora di sfruttarle meglio per un futuro più sereno e roseo per tutti, non solo per pochi intimi.

Ed allora non ci resta che augurare un buon anno da parte mia e da parte di tutta la redazione di Fuga dal Benessere.

Stefano Bortoli 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

nove + 7 =