Separati in casa

Casa intesa come abitazione, oppure intesa come associazione, alleanza, unione, partito, gruppo, società.

Un tempo la casa era il luogo sicuro dove rifugiarsi, dove farsi forte, dove scambiare segreti o far partire nuove iniziative. L’unione faceva la forza e le alleanze si moltiplicavano.

Il passaggio dal “noi” all’ ”io” di questi ultimi decenni, forse a causa di una crescente ignoranza, ci sta dimostrando che attorno abbiamo sempre più un clima da separati in casa. Ad ogni livello.

Facciamo solo qualche esempio, visto che le prove evidenti potrebbero essere moltissime.

imagesLe famiglie, dove un po’ per scelta un po’ per crisi troviamo molti separati in casa, anche perché spesso c’è da gestire un rapporto con i figli, sempre più in relazione con famiglie allargate. Coppie che si separano perché forse non litigano abbastanza, evitano il confronto, nascondono il problema, fino allo scoppio finale.

I partiti, dal più grande al più piccoli dove mai come in questi ultimi anni denotiamo atteggiamenti incomprensibili. Dispetti, rivolte interne, allontanamenti, tutti contri tutti, minoranze dello stesso partito che paiono un partito di opposizione. Oggi come oggi in Italia è introvabile un partito dove la dialettica interna passa attraverso una sintesi accettata più o meno da tutti.

L’Unione Europa, che si allarga ma che è sempre più in crisi, sorretta da una moneta unica, l’euro, con la quale si pensava di risolvere i tanti problemi economici e politici che alla fine invece si ripropongono tutti i giorni sui tavoli dell’Unione e dei singoli paesi membri. Così anche l’Europa è piena di separati in casa !images (1)

La Nato, più passano gli anni, più fatica a restare al passo degli sviluppi della politica internazionale. La gestione della crisi libica sta dimostrando le difficoltà di gestione dell’Alleanza Atlantica militare. Oltre a ciò gli eventi di questo ultimo periodo in Turchia dimostrano che, se ancora ce n’era bisogno, la poca affidabilità di una nazione, quella turca, che dovrebbe invece essere un importante membro della Nato in quanto offre una base molto strategica, per di più ben militarizzata.

Come si fa quindi a ritrovare l’accordo con il proprio partner, qualunque esso sia,  quando al posto dell’ intesa c’è irritazione se non odio ?

Le strade sono parecchie ma Intanto è il fattore principale è quello di mettere da parte l’ “io” per riprenderci il “noi”, certi che l’uomo abbia bisogno di coinvolgersi e non di contrapporsi. Ed allora diamoci del noi !

E per concludere citiamo una frase celebre : nessuna notte è così lunga da impedire al sole di risorgere (Y. Mishima).

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 5 =