Sapete cosa significa la sigla N.C.C.?

Chi deve viaggiare per lavoro lo utilizza sempre più spesso per spostamenti mirati e veloci, senza perdite di tempo. Gruppi di amici o amiche che devono festeggiare un addio al celibato o nubilato lo prenotano, così possono divertirsi e se anche si alza un po’ troppo il gomito, c’è chi riporta a casa tutti. Quanti decidono di andare anche per pochi giorni su un’isola possono organizzare di fare l’attraversamento in nave senza auto, tanto di là, è stato prenotato il servizio che è a loro disposizione. Far tornare a notte fonda minorenni dalla discoteca? Meglio prenotare per tempo chi si occupa di loro. Turisti stranieri giunti con l’aereo in una delle belle regioni italiane? Da visitare con un autista che conosce la zona e può accompagnare tutti con un unico mezzo.

Si potrebbe andare avanti ancora molto, anche perché c’è da soddisfare una domanda e dei bisogni in continua evoluzione.

Così il settore del trasporto non di linea che si presenta con la sigla N.C.C. ( che è pure esposta sui mezzi utilizzati) è da molti anni in crescita. Si tratta del servizio di Noleggio Con Conducente, un sistema di trasporto pubblico che si basa su un accordo privato tra chi offre il servizio di trasporto con auto o pulmino e chi lo vuol usufruire. Si concordano le modalità di svolgimento del servizio di trasporto, data, ora, prezzo e percorso e poi, con un autista, si parte.

A differenza dei taxi, che hanno una zona ben circoscritta, il servizio N.C.C., composto principalmente da ditte artigiane, può essere svolto su tutto il territorio nazionale ed europeo e può servire il cliente non solo per una singola corsa, ma anche per diversi giorni.

In Italia questo settore cresce, a differenza di molti altri, un po’ perché i servizi di linea da noi sono pochi e carenti, un po’ perché la presenza di città d’arte e altri luoghi sono di forte attrazione turistica, anche e soprattutto straniera, un po’ perché i bisogni sono in evoluzione e le persone vogliono star comode e godersi i momenti di svago, oppure ridurre al minimo i tempi “morti” degli spostamenti durante le ore di lavoro.

C’è talmente lavoro che, sempre più spesso, vengono segnalati e fermati dalla polizia  noleggiatori abusivi con clienti a bordo…

Pubblicato in Capsule del sapere e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × 3 =