Resisti, cartolina !

La cartolina utilizzata dai turisti,  per il fine per cui era nata, sta per andare definitivamente in pensione.

Restano due possibilità:

  1. Che venga mostrata e venduta alle mostre dell’antiquariato;
  2. Che venga rilanciarla come souvenir, come veicolo promozionale di una località ( per far ciò molti produttori hanno già ideato forme sagomate, rilievi, grafiche speciali ).

imagesChi dà la colpa agli smartphone, alle foto con il cellulare, a Whatsapp ( che permettono un invio immediato a costo zero ), chi dà la colpa invece ai costi troppo alti della cartolina ( riprodotta in quantità limitata con crescenti costi di tipografia ) ed anche al costo esagerato di un francobollo, che oggi come oggi è pure difficile trovare in tabaccheria ( ed allora ci si rivolge all’ufficio postale, sperando di trovarlo aperto… )

Cartolina come strumento dei ricordi di una vita, fotografia online come stimolo per indirizzare la scelta della prossima vacanza. Ecco la differenza di strumento per raccontare e far vedere il proprio viaggio.

E gli espositori dove un  tempo erano posizionate le cartoline ?  In molte città sono stati riciclati per esporre i biglietti d’auguri.

cartolina 1cartolina 2

Si vocifera che nel nord Italia alcuni grossisti hanno magazzini pieni di vecchie cartoline invendute. Qua ci vuole qualcuno che inventi con una start up la possibilità di riutilizzo … prima che vengano inviate al macero .

Anche se è bene ricordare che  una cartolina, per noi importante,  ha molte più probabilità di venire conservata rispetto a un documento fotografico inviamo via  e-mail o  sms ( quella inserita sopra ne è una mia personale testimonianza, ereditata dai documenti storici di mio nonno ).

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici + sedici =