Questo modo di agire e reagire, fuori dalle regole

I fatti: sabato 23 febbraio 2019 il Ministro degli Interni della Repubblica Italiana è andato nel carcere di Piacenza, non per rendersi conto delle condizioni dei detenuti e per capire le problematiche delle nostre carceri, ma bensì per incontrato un detenuto. Un uomo condannato in via definitiva con sentenza della Corte di Cassazione, per tentato omicidio, a 4 anni e sei mesi. Aveva catturato e immobilizzato un intruso (un ladro) nel suo cantiere, prima di sparargli in aperta campagna.

La visita del Ministro degli Interni è stata fatta con lo scopo di portare la sua vicinanza e solidarietà, di fatto una bella e buona posizione a difesa del condannato che, con un gioco di parole, secondo Salvini, si è soltanto difeso.

I 3 gradi di giudizio invece hanno accertato che il condannato non solo si è “difeso”, ma ha anche “offeso”, ben oltre il dovuto.

E la legge? Ed i giudici? Ed i 3 gradi di giudizio?

Ma Salvini, che quasi si pone al di sopra della legge, con un simile comportamento si è già portato avanti, alla definitiva approvazione della sua legge sulla legittima difesa (al momento approvata solo dal Senato), la quale prevede tra le altre cose,  che… sarebbe sempre da considerarsi in stato di legittima difesa colui che, legittimamente presente all’interno del proprio o dell’altrui domicilio, agisca al fine di respingere l’intrusione posta in essere dal malintenzionato di turno con violenza o minaccia…

Con questa nuova legge, cavallo di battaglia di Salvini, speriamo non si debba mai raccontare di tragedie impunite, per il solo fatto per esempio … di essere andati a raccogliere un pallone finito per sbaglio in una proprietà altrui; tanto la minaccia anche verbale potrà in qualche modo essere portata a propria giustificazione…    

Buona parte degli italiani è d’accordo con il Ministro degli Interni. Ma troppi sono i sintomi di questo modo di agire e reagire, fuori dai canoni di buona condotta e soprattutto dalle regole in vigore.

Pubblicato in Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quindici − uno =