Questa sì che potrebbe essere una efficace legge di iniziativa popolare!

La storia ci racconta che siamo ormai all’inizio del 1271 ed ancora non si è trovato un successore di Papa Clemente IV, deceduto nel novembre del 1268.

I pochi cardinali riuniti in conclave a Viterbo da quasi tre anni, per veti incrociati, non vogliono e non riescono ad accordarsi per eleggere un nuovo Papa.

L’insofferenza generale è ormai ai limiti, tanto che una insurrezione popolare porta a sigillare i cardinali in conclave all’interno delle stanze in uso, a far tagliare loro i viveri ed a scoperchiare una parte del tetto del palazzo dove si riuniscono, anche per permettere loro di ricevere il mangiare dall’alto. La storia ci racconta che di lì a poco il nuovo Papa fu eletto.

Anche la storia contemporanea ci dimostra che ci sono evidenti problemi per la formazione di un Governo per il nostro paese. Se un tempo il contesto generale era migliore e si poteva attendere anche diversi mesi per avere un esecutivo nella pienezza dei poteri, oggi con le problematiche che investono l’Italia e con la rapidità con cui si muovono i mercati, ciò non è più possibile.

Ed allora che ne direste di presentare una legge nazionale di iniziativa popolare (per la quale sono necessarie almeno 50mila firme, da presentare alla Corte di Cassazione), con la quale viene annullata l’erogazione di ogni emolumento (stipendio, rimborso spese mandato, rimborso spese telefoniche, rimborso spese viaggio) per tutti i parlamentari eletti ( deputati e senatori ), presidenti inclusi, come pure per il Presidente della Repubblica, per il periodo che intercorre tra la dimissioni del Governo in carica e la nomina del nuovo Governo? No Governo per il paese, no stipendio e si lavora.

Sono sicuro che ciò potrebbe essere uno stimolo importante per arrivare ad una soluzione rapida e condivisa.

Con un Parlamento eletto come questo, che viene definito in maggioranza “populista”, questa legge di iniziativa popolare potrebbe essere, non solo presa in considerazione, ma anche approvata.

Che ne dite? Pensate sia solo una provocazione?

Stefano Bortoli

Pubblicato in Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × tre =