Profumi e sapori dell’integrazione

 

L’integrazione tra popoli di diverse etnie è fondamentale nel mondo di oggi in quanto senza di essa non potrebbero coesistere persone native di una nazione con persone provenienti dai più svariati paesi del mondo. Si può infatti parlare di integrazione solo quando il livello di conflitto tra l’etnia principale e le altre è relativamente basso e comunque risolvibile con mezzi pacifici.

Girovagando per le splendide città della nostra penisola possiamo assolutamente affermare che, tranne pochi episodi di violenza o razzismo, l’integrazione con gli altri popoli sempre più numerosi si sta realizzando. A chi non è mai capitato, passeggiando per strada, di sentire nell’aria fragranze nuove, profumi di spezie che immancabilmente richiamano alla mente posti lontani nella stragrande maggioranza visti fino ad ora solo in film o documentari? Poi ti volti e vedi che nell’angolo dove prima c’era una pizzeria a taglio ora c’è un

ristorante tipico indiano. Akebabncora più avanti trovi un kebab e le narici ti vengono riempite dal forte profumo che viene da quel piatto di carne tipico della gastronomia turca. Prosegui e ti imbatti 

nell’inaugurazione del nuovo ristorante messicano e dai, ancora nuovi profumi! Ovviamente potremmo proseguire ancora a lungo con questi esempi, però l’intento di questo articolo non è certo quello di presentarvi l’ultima guida culinaria bensì capire come reagiscono gli italiani a tutti questi cambiamenti, cioè se vi si integrano o no. E la risposta non può altro che essere positiva in quanto, sicuramente attratti anche dalla voglia di sperimentare nuovi sapori, affollano in maniera sempre più numerosa i locali dove non si mangia italiano. Forse è proprio la soddisfazione di un bisogno primario come quello del cibo a risolvere in maniera importante uno dei problemi più importanti del nostro tempo: l’integraziokebab1ne fra i popoli.

E’ chiaro che l’Italia in tutto questo perde un pò della sua identità originale che resta comunque preponderante. Ma sacrificarne una piccolissima parte a favore di una convivenza pacifica fra popoli diversi crediamo che sia un grandissimo segno di maturità della quale non possiamo fare altro che andarne fieri e che ci porterà senza dubbio al raggiungimento del benessere comune. I saperi delle persone sono infiniti e si possono scambiare tra di loro solo in presenza di armonia, pace e rispetto. Il tessuto economico e sociale del nostro paese si sta radicalmente modificando e noi tutti dobbiamo essere pronti ad affrontare questa epoca di grandissimi cambiamenti.

 

Pubblicato in Mondo, Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

8 + quattro =