Nizza, città intelligente

Se me lo avessero detto un ventennio fa, che Nizza sarebbe diventata tra le città più tecnologiche al mondo, tra le più vivibili , tra le più ecologiche e dove il peso delle tasse poi non è così pesante, non ci avrei mai creduto.

Dopo le profonde ferite subite durante la seconda guerra mondiale con l’occupazione da parte della Germania ed il successivo pesante bombardamento da parte degli Alleati nel maggio 1944, Nizza fu  governata dal sindaco Jean Médecin (sindaco dal 1947 al 1965) e subito dopo  da suo figlio Jacques Médecin (sindaco dal 1966 al 1990). Quest’ultimo lasciò la Francia in fretta e furia nel 1990 visti i numerosi scandali di corruzione politica, che lo portarono all’arresto in Uruguay, paese dal quale poi fu estradato e condannato al carcere.

downloadCon tale breve riepilogo storico non verrebbe da pensare poi a grandi stravolgimenti, per una città che si porta appresso l’impronta di un centro turistico un po’ snob ma anche un po’ ingessato. Invece dobbiamo ricrederci visto che la città in poco tempo sta ottenendo grandi risultati,  grazie a progetti tecnologicamente avanzati, su cui le nuove amministrazioni locali hanno scommesso, scrollandosi di fatto di dosso l’ingessatura creata con i governi della famiglia Médecin.

Così Nizza sfruttando al meglio investimenti di milioni di euro, è oggi una delle città più tecnologiche al mondo. In particolare il centro storico è la zona che ha subito i maggiori cambiamenti.

Elenchiamo velocemente alcuni progetti già attuati :

  • Sistema di sensori applicati per le strade per ottimizzare il controllo del traffico cittadino;
  • Sistema di sensori per il controllo dei parcheggi utilizzati e disponibili;
  • Sistema di sensori per il controllo dell’illuminazione pubblica, che aumentano e diminuiscono l’intensità della luca a seconda delle condizioni meteo;
  • Sistema di sensori per il controllo dei cassonetti dei rifiuti, che avvisano quando sono pieni ed è il momento di svuotarli;
  • Installazione di telecamere e centraline o stazioni che monitorano l’aria, l’umidità, l’inquinamento, le condizioni climatiche, il livello di luminosità, combinando tutti questi aspetti;
  • Creazione di apposite cabine ( dotate di stampante, scanner, display con touchscreen che permette di parlare e vedere in faccia gli addetti comunali ) all’interno di centri commerciali che permettono all’utente di dialogare, durante tutto l’orario di apertura degli stessi, con i dipendenti pubblici, potendo anche stampare direttamente i certificati richiesti; il tutto ovviamente gratis;
  • Costruzione di un grande parcheggio di 3 piani sotto il livello stradale;
  • Creazione di un giardino molto bello che attraversa la Place Massena;
  • Installazione di robot nei parchi pubblici per la cura delle aiuole;
  • Possibilità di prenotare i parcheggi pubblici per cittadini e turisti che stanno entrando in città attraverso una app sullo smartphone.

Così il sistema di sensori e centraline che rappresenta il fulcro dell’innovazione,  è gestito da sistemi Cloud che analizzano le informazioni prodotte e le trasformano in dati utili per l’attività giornaliera delle diverse società locali.

imagesGli investimenti di denaro in tecnologia avanzati,  effettuati  in poco tempo,  stanno avendo ritorni confortanti : traffico del centro diminuito del 30%, l’ incasso dei parcometri aumentato del 35%, l’inquinamento sceso del 25% ed il  risparmio dell’energia elettrica per l’illuminazione pubblica calato dell’80%. Oltre al non trascurabile elemento di vivere in una città complessivamente migliore rispetto a molte altre,

Così Nizza ha raggiunto, se non superato, in termini di servizi tecnologicamente avanzati alcuni quartieri di Barcellona ed il porto di Amburgo,  che è davvero rivolto al futuro.

Nizza,  città da sempre fortemente turistica, portata ad essere animata,  affollata ed elegante,  è da poco diventata anche città del futuro grazie  a parcheggi, luci e bidoni … intelligenti .

Pubblicato in Mondo e con Tag , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 + 19 =