Ma non chiamateli tifosi!

Ora basta! Tante, troppe volte alle parole non si dà più il corretto significato. C’è da ritrovare il significato originale delle parole, perché le parole devono essere pesate perché le parole sono macigni e noi tutti stiamo nel mezzo d’una “sassaiola”.

A proposito di “sassaiola”, prendiamo il gergo sportivo : …Roma, scontri tra tifosi,  poi spedizione punitiva di ultras con cinque feriti. Uno, accoltellato, è grave… Scontri Inter-Napoli, nuovo video: i tifosi si affrontano con spranghe e bastoni. ll lato oscuro del tifo: cos’è accaduto davvero nella sera più buia di San Siro

Avete certo capito che il termine in questione di cui vogliamo parlare oggi è la parola “tifosi”.

Tutti i media raccontando i fatti di guerriglia urbana o negli stadi, apparentemente legata al mondo del calcio, usano il termine “tifosi” per individuare i contendenti.

E’ ora di farla finita, il termine “tifosi” deve essere assolutamente cambiato!

Non può più essere utilizzato nei casi di risse tra persone legate al mondo del tifo organizzato e nei casi in cui gli stessi soggetti sono poi gli attori principali anche di fatti di cronaca nera (rapine, estorsioni ecc.).

La parola “tifosi” in questi casi è impropria, è un’offesa verso tutti coloro che vogliono andare allo stadio per assistere ad una gara sportiva, ad una partita, per tifare la propria squadra e per  passare una giornata diversa, stando in compagnia.

A limite chiamateli ultras, ma non chiamateli tifosi; quelli sono un’altra cosa.

Pubblicato in Cultura - Media, Notizie e con Tag , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tre × 3 =