Lunedì: così è (se vi pare)

Povero lunedì. Lo odiano o se ne servono come scusa in molti. Ma che colpa ne ha lui se è il primo giorno della settimana?

Nonostante che gli studi di una università inglese ci dicono che il giorno peggiore di tutti è il martedì, dato che sul secondo giorno della settimana spesso si scaricano le colpe ed i ritardi del lunedì, c’è un carico di lavoro aumentato e ci sono più screzi con i superiori, sempre nel Regno Unito uno psicologo dell’università di Cardiff, attraverso un calcolo matematico, ha battezzato lunedì 16 gennaio 2017 come giorno peggiore e più triste di tutto l’anno corrente (Blue Monday).

Di lunedì ci sono alcuni che partono con un monte di idee, con una lista di cose da fare già pronta e l’adrenalina giusta per svolgerle. Ma sempre di lunedì ci sono molti di più che invece pensano che suonerà la sveglia all’alba e si passerà rapidamente dal relax allo stress, nonostante che molti si presenteranno in pubblico con un viso più riposato, per effetto del fine settimana.  

In che giorno della settimana siamo? Sicuramente questa domanda non sarà mai posta di lunedì o venerdì, giorni che siamo sicuri di ricordare.

Ma allora il lunedì è un giorno bello o brutto? 

Le fazioni pro e contro il lunedì si affrontano in ogni segmento della società ed hanno entrambe argomenti e giustificazioni interessanti.

Uno dei pochi luoghi dove invece non si affrontano perché stanno tutti o quasi dalla stessa parte è il Parlamento.

Un Parlamento vuoto è la norma di lunedì, quantomeno la mattina, perché il lunedì non si vota in aula, è una giornata che di solito il parlamentare usa per incontri sul territorio, giri nei ministeri e lavoro d’ufficio. E’ per questo che di solito l’aula è vuota.

Vuota anche quando il Presidente mette in agenda comunque dibattiti sull’emergenza umanitaria in Iraq, sul biotestamento, ecc. ecc.

Gli eletti tra Camera e Senato sono quasi mille, ma il lunedì (anche il venerdì comunque non si scherza) dichiarano i politici,  è … assolutamente normale che vi siano pochissimi parlamentari in aula…

Perché poi dovrebbe essere “assolutamente normale”, noi poveri mortali, forse non lo capiamo. Ma forse il tutto rientra in cui contesto che non è così facilmente spiegabile, anche perché alla fine il lunedì potrebbe essere non solo un giorno della settimana, ma un vero e proprio stato d’animo.

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro − 1 =