…Io questi li frego tutti, li promuovo tutti…

Sto rivivendo il mondo della scuola grazie a due figli (tra uno e l’altro ci corrono cinque anni). Con la più grande ora sono all’università, con il secondo alle superiori.

Confrontando il mio percorso scolastico e quello dei figli, la più rilevante differenza e la cosa che mi fa più pensare nel mondo della scuola, è il clima stagnante e soprattutto il lassismo crescente che viene vissuto oggi rispetto al passato.

Avevo già avuto delle avvisaglie anni fa, con la prima figlia, ma negli ultimi tempi, con il secondo, la cosa credo sia proprio degenerata.

Nell’attuale percorso scolastico, almeno fino alla fine delle scuole superiori, generalmente non c’è più quel dispositivo, quel sistema contrapposto premio/sanzione che è fondamentale per motivare e far crescere l’individuo.

Il meccanismo selettivo si è interrotto; non si vuole o non si può più essere severi, per necessità economiche dell’istituto scolastico che ha bisogno di iscritti, per voglia, per non andare in contrasto con alcune famiglie prepotenti. Alla fine di ogni anno scolatistico i bocciati sono sempre meno e sono rappresentati da coloro che quasi si rifiutano di partecipare attivamente alla vita scolastica.

Ma se ci pensiamo bene però,  tutti i mali non possono nascere dall’ambiente scolastico. Infatti non si premia e non si punisce nella scuola come non si premia e non si punisce nella nostra società.

L’Italia è famosa per essere una nazione con troppi raccomandati, che tende all’appiattimento generale, per far emergere non il migliore ma il furbo o il maleducato. Il nostro è un paese che in rari casi premia il talento. Ma nella società civile lentamente qualcosa sta cambiando, grazie soprattutto all’influsso positivo dell’Europa moderna. E se anche l’influsso positivo non riesce ad avvolgere ed a cambiare buona parte delle aree del nostro paese, le opportunità per molti nostri concittadini di spostarsi all’estero per poterne godere, non mancano.

Anche per questi motivi il mondo della scuola deve modificare la propria condotta, non può continuare su questa strada di sola indulgenza, perché può bastare solo un’astuta  frase/pensiero di un professore di scuola  nel film “Scialla!, per farci comprendere molte cose   “…Io questi li frego tutti, li promuovo tutti…”.

Stefano Bortoli

Pubblicato in Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

12 − 3 =