La tecnologia arriva a personalizzare il cibo

immagine 2Bisogna disporre di una stampante in 3D, una macchina fotografica digitale ed un software che trasforma l’immagine in contorni. Così grazie alla speciale tecnologia di Kinneir Dufort, si possono ottenere dolci e frittelle ( a non solo)  personalizzati, attraverso immagini riprodotte sulle loro superfici e perfettamente visibili.

Gli strati di impasto  passati su una piastra calda a cui un software è collegato, non appena iniziano ad essere cotti, cambiano colore  e tonalità delle figure, consentendo la creazione di immagini dettagliate.

immagine1Sui dolci o sulle frittelle si possono ritrovare quindi i lineamenti della faccia di un uomo, perfettamente riconoscibili. Ma non solo in quelle. Nelle colazioni, nelle altre pietanze, è possibile riprodurre immagini a piacimento.

Pensate di qui a breve cosa potrà succedere ai nostri cibi .  Alle feste o alla ricorrenze i  dolci si presenteranno non più con la misera scritta  … tanti auguri …. ma con vere e proprie opere d’arte , che sarà faticoso arrivare a distruggere,  mangiando. Oppure, sempre assonati, vedersi consegnare al bar una colazione con il proprio faccione. O ancora, all’arrivo in ristorante, in barba alla privacy, vedersi fotografare digitalmente per poi ritrovare il proprio volto sulla pietanza che andrete ad ordinare.

Scenari strani, quasi surreali, futuristici, ma non troppo.

Pubblicato in Capsule del sapere e con Tag , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

18 + 11 =