Dagli slogan dei politici, diffidate !

… La politica è una faccenda troppo seria per essere lasciata ai politici …

Da uno dei tanti aforismi intorno alla politica prendo spunto per fare alcune riflessioni, anche in considerazione del recente “terremoto” politico con epicentro in Gran Bretagna, paese con elevato senso civico (in certi casi anche troppo!), il cui sisma ha registrato la volontà della maggioranza dei cittadini di considerare positivamente l’uscita dall’Unione Europea.

Esprimersi su una questione così importante, come quella della permanenza o meno nell’Unione Europea, è cosa seria, molto seria.

Ma un popolo e soprattutto una classe politica come quella inglese, quasi sempre all’altezza della situazione, stavolta si è dimostrata, suo malgrado,  superficiale, arrivando a fare una brutta figura.

A scherzare col fuoco c’è da stare attenti, perché prima o poi ci possiamo accorgere che il fuoco brucia; ciò è successo ai leader di una campagna referendaria che hanno per mesi urlato ed invocato la libertà da Bruxelles, per poi ritrovarsi sorpresi per il successo ma soprattutto impreparati ai tanti dubbi economico/politici, che venivano posti da ogni dove alla proclamazione del risultato.

Si è subito compreso dell’inesistenza di un piano di uscita, che ha reso subito lontani e sviliti i discorsi fatti in campagna referendaria. Quindi l’unica arma per i vincitori è rimasta quella di …prendere tempo…

immagine

L’esperienza della Brexit è importante e forse insegnerà qualcosa a molti, speriamo non solo in Gran Bretagna.

In ogni paese, Italia compresa, dove notizie di ogni genere transitano alla velocità della luce, viviamo momenti di confusione ed in certi casi di smarrimento. I partiti politici sono in evoluzione, le certezze sociali ed economiche non ci sono più.

La cosa che forse fa più paura è la bocca di politici,  troppo spesso arroganti ed opportunisti,  che riescono anche a convincere il popolo, in alcuni casi distratto e superficiale. Dopo corsi e ricorsi della storia, non vorremmo che facili slogan compromettessero le conquiste ottenute con dure lotte.

E soprattutto gli improbabili proclami, che si arrampicano sugli specchi, seguiti dal nulla, inaspriscono ancor di più un disagio sociale. Ed allora la Brexit sia da esempio. Basta proclami ! Che sia illustrato e venga fatto ciò di cui c’è davvero bisogno, dove aver attentamente vagliato e ponderato le necessità e le aspettative di un popolo che, nonostante tutto,  ovunque,  è sempre più multietnico.

Per stemperare le tensioni del momento, ci piace concludere con un’ altra frase … Non c’è differenza fra credere ai politici e credere a Babbo Natale…

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

14 + 8 =