La forza del jeans

Il termine di lingua inglese jeans è utilizzato fin dal 1567 , ed il materiale di qualità media a prezzi accessibili necessario per tale prodotto,  fu esportato in principio da Genova. Nel 1853 Levi Strauss aprì a San Francisco un negozio per vendere oggetti utili a lavoratori e “cercatori d’oro”. Inizialmente detti indumenti  erano poco resistenti e scomodi e  Strauss provò a migliorarne le qualità utilizzando il denim, un tessuto resistente, pesante e di colore blu. Uno dei suoi clienti, un sarto di nome Jacob Davis, anch’egli fabbricatore di vestiti , si unì a Strauss ed insieme  idearono il primo vestito: nacque il jeans denim.immagine 1

Veniamo ai giorni d’oggi . Per i 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, evento festeggiato il 9 novembre scorso, insieme al sindaco di Berlino , a dare  ufficialmente il via alle celebrazioni  è arrivato l’ex leader russo Michail Gorbaciov , invecchiato ma… in jeans .

Proprio questa immagine ,  trasmessa da tutte le tv del mondo, in cui il  vecchio Gorbaciov si è presentato in jeans  ad una ricorrenza mondiale, mi ha fatto riflettere, anche perché pensandoci bene il fenomeno più significativo nella storia nella seconda metà del novecento può essere stata proprio  la diffusione del blue jeans.

All’inizio furono i jeans nuovi blu scuro; a seguire, un po’ in sordina, arrivarono i jeans scoloriti e consumati, con la successiva variante di essere scoloriti e pure sfrangiati. Più avanti  jeans che sembrano usati, poi con le borchie, con i brillantini e per ultimo strappati. Attillati e non .

Con la scoperta e l’introduzione di massa dei jeans  i figli non passano più dagli abiti infantili agli abiti usati dagli adulti. Grazie ai jeans si ha una ridefinizione dei ruoli e dei modi di vestire.

Ma questo non è tutto, visto che negli ultimi decenni c’è dell’altro . Anziani in jeans e casual look che irrompono dinamici, autonomi, grintosi. I “nuovi giovani” si vestono senza timore con felpa, jeans e scarpe da ginnastica. Troppo giovanile ? Macché, intanto andatevi a rileggere il nostro pezzo “ i dettagli che cambiano la vita “.

immagine 2Jeans per tutti ;  bambini, adulti, anziani, donne, uomini, abbinati a capi di abbigliamento anche in aperta contraddizione.

Insomma, dopo aver visto  il vecchio Gorbaciov a Berlino vestito in quel modo,  abbiamo avuto la dimostrazione che la forza del  jeans è in grado di superare o abbattere qualsiasi muro ,  aprendo opportunità e  nuove strade che ancora non sappiamo dove ci porteranno.

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici − 3 =