Il valore dei nonni

 

imagesSapete a chi appartiene  l’ombrello che protegge dalle intemperie della vita,   le giovani famiglie italiane, soprattutto con figli ? Appartiene ai nonni.

Il valore dei nonni è difficilmente calcolabile, ma è molto alto. Affettuosi, sempre disponibili, affidabili al 100%, fanno da banca nei momenti di difficoltà, da baby sitter, tata e pure da insegnanti  per i nipoti.

Proviamo a dare dei numeri . Le stime parlano, in Italia,  di 4  miliardi di euro l’anno di pensione che destinano a figli e nipoti bisognosi,  come pure si calcolano risparmi  per le famiglie per altri  24 miliardi di euro, sempre per anno

, con l’attività di baby sitter, considerando un costo medio di 7 euro l’ora.

Insomma,  se nel  dopoguerra i nonni si aggiravano spaesati e privi di ruoli,  oggi sono un sicuro welfare per figli e nipoti. Soprattutto  in Italia rappresentano una risorsa importantissima,  visto il primato di quanti  quotidianamente si occupano  di nipoti  ( 33%) , seguiti dalla Grecia (28%). Molto lontani i nostri cugini francesi ( solo il 9%).

In Italia i servizi pubblici per la famiglia, purtroppo, sono insufficienti  e le giovani coppie che sfortunatamente non hanno più i genitori o li hanno lontani,  sono costretti  spesso a rimandare la nascita di un figlio o addirittura ad avere meno figli di quanti desidererebbero.  Se non riusciremo  ad organizzare  delle vere politiche familiari  in tempi accettabili, tra non molti anni  potremmo avere ulteriori  problemi, visto che i nonni si troveranno a di fronte all’ allungamento dei  tempi di pensionamento  in concomitanza alla riduzione sostanziale della pensione .

nonni

Se vogliamo proprio andare a cercare il pelo nell’uovo e trovare un punto negativo dei nostri nonni, dobbiamo guardare al mondo dell’hi-tech. Psicologicamente bloccati di fronte ai passatempi preferiti  dei  nipotini, se riuscissero a ricavarsi del tempo libero …. visti gli impegni pressanti appunto con i nipoti …. , dovrebbero frequentare un corso intensivo per  rendere almeno … familiari … anche le nuove tecnologie.

Pubblicato in Cultura - Media, Politica - Scuola - Società e con Tag , , . Usa il permalink.

Un commento a Il valore dei nonni

  1. Pierangela Benedetti dice:

    Veramente i miei nonni sono stati un vero pilastro per me durante e dopo la guerra. La più importante è stata la nonna paterna che si chiamava Elettra Gherardi. Era colta, intelligentissima, sapeva fare di tutto. Cucito, ricamo, pizzo, tendaggi, materassi, TAGLIATELLE…sughi e piatti buonissimi anche regionali. Lei era Umbra, ma conosceva ricette toscane, piemontesi ecc…Sono vissuta con lei, per ragioni di spazi, fino a 17 anni. Poi un terribile male me la portò via, aveva soltanto 67 anni. Da allora la mia vita è cambiata completamente, ma i suoi saggi insegnamenti non mi hanno mai abbandonato. Eravamo unitissime. Viaggiava volentieri ed aveva tanti amici anche ricchi….mi portava sempre con se. Anche l’altra nonna è nel mio cuore. Natalina Giovannetti. Con lei sono stata meno, ma lo amata tanto. E’ morta anziana: 95 anni. Lei mi ha insegnato la cultura contadina. La vita severa del contadino che non conosce orari e che è fatta soltanto di doveri, di impegni. Lei mi ha anche insegnato a lavorare al telaio. Un magnifico telaio lucchese che non c’è più. Mi ha insegnato, la mitezza e il saper accettare la fortuna avversa. Mai abbattersi, ricominciare sempre.
    Io non sono nonna, e mi dispiace molto perchè avei voluto dare ai miei nipotini almeno qualche briciola di quello che ho ricevuto. Ogni volta che aprivano bocca non era mai a caso. Imparavo sempre qualcosa di buono e di nuovo. Devo dire che sono stata fortunata. Ora più che mai il compito dei nonni è importantissimo. Siamo il deterrente della stabilità sociale. Speriamo che vengano presto trovate delle soluzioni perchè anche i nonni finiscono…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quindici − 12 =