Il peso dei Big Data

Oggi non possiamo non parlare dei Big Data visto che ogni qualvolta che leggiamo un articolo che parla di evoluzione,  di business, troviamo sempre il termine … Big Data .

Ed allora è giusto comprendere, almeno superficialmente,  per farsi comunque un’idea di … come gira il mondo.

Con il nome di Big Data si identificano tutti quei dati di cui dispongono oggi le aziende. Una massa di informazioni,  che negli ultimi anni hanno viaggiato o sono stati archiviati su supporti informatici.

Troviamo dati , oltre che nelle comuni forme di testo,  conservati in tabelle o archivi, anche in modalità audio, video, in streaming, via web e social .

Insomma archivi di informazioni enormi che nella maggior parte dei casi sono poco e male utilizzati. Così tante informazioni  che, a  seconda del punto da cui sono osservate,  possono  diventare un problema di gestione, archiviazione e manutenzione oppure possono risultare  una grande opportunità , soprattutto se sfruttate nel modo adeguato.  Ed allora Big Data,  peso od opportunità ?

images

Il volume dei dati cresce periodicamente, a velocità impressionante e diventa complicato per un’azienda solo riuscire a  capire quali di queste informazioni sia realmente a  maggior valore per il business aziendale.

Ma non solo.  Il tempo delle decisioni è sempre più ridotto e così anche i dati devono essere elaborati in tempi molto stretti.

Allora sul mercato  si stanno affacciando sempre più aziende di servizio con la finalità di supportare le imprese nella trasformazione dei dati , per riuscire a migliorare le prestazioni del proprio business.  Grazie a modelli analitici molto complessi, che hanno possibilità elaborative fino a poco tempo fa inimmaginabili, alle imprese può essere presentato un fiume di informazioni  tale da stupire pure anche i manager più  navigati .

Big Data , il termine fa un po’ paura ! Chi saprà e come saprà gestire la massa di informazioni ?  I Big Data riusciranno ad anticipare il nostro futuro ?  E le informazioni di carattere personale, che fine faranno  e come saranno usate?

E le piccole password dietro cui ci nascondiamo, avranno ancora un senso o saranno definitivamente seppellite sotto il peso dei Big Data ?

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × quattro =