Il nuovo analfabetismo

Sembra che ci sia davvero poco da fare ormai. La strada è stata imboccata, le masse come in un gregge la stanno percorrendo, senza sapere neppure dove stanno andando. A loro basta vedere avanti.

Si, è proprio così, purtroppo. Sembra quasi impossibile, ma ciò che non si vede e non si sente in tv o su internet è come se non esistesse, eppure tanti sono i temi (di conflitti nel mondo, di ingiustizie, di politica, di organizzazione sociale, ecc.) che bisognerebbe conoscere ed approfondire.

Soltanto in pochi non si accontentano delle apparenze, scendendo in profondità, andando a documentarsi ed a leggere, per conoscere e sviscerare le situazioni, farsi un’opinione, per poi decidere la propria posizione, il proprio comportamento.

La maggior parte della popolazione è ormai appurato, si costruisce la realtà attraverso quello che vede (o intravede) e che sente (o capta). 

Così quanti hanno a che fare con le masse (pubblicitari, politici, venditori ecc.) hanno capito che, la gente, le notizie e le informazioni, vere o false che siano, ormai non le vuole più leggere, ma le vuole solo vedere e sentire, meglio se sinteticamente. Ci sono allora, da parte dei più furbi, campagne di martellamento continuo, in ogni campo o settore, anche perché oggi come oggi con le moderne tecnologie, ciò è abbastanza facile da organizzare.

La stragrande maggioranza della gente, se così possiamo dire,  oggi è  analfabeta, ma di un analfabetismo un po’ diverso rispetto al significato intrinseco della parola. Cioè le masse ascoltano e guardano, ma non capiscono.

Attorno a noi i più sembrano normalmente preparati; discutono di temi comuni, ma se li affrontiamo su quanto hanno appena ascoltato o visto, capiamo che la maggior parte di essi è molto superficiale e incapace di ricostruire ed analizzare ciò che è stato appena detto. Nel loro cervello è stata sviluppata, da altri, una realtà apparente, in quanto loro, i nuovi analfabeti, sono  incapaci di avere un proprio pensiero articolato, ormai assuefatti da continui e veloci martellamenti che vengono proposti, e che impigriscono la mente e lo sviluppo del pensiero.

Pubblicato in Cultura - Media, Notizie e con Tag , , , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 × quattro =