Idee in pugno

Trovare un lavoro decoroso prima e dopo i 30  anni ( età massima dello stage e dell’apprendistato  ) è diventato molto difficile. Dopo i 40 anni quasi un’impresa. Come pure è sempre più complicato anche mantenerlo, dopo averlo trovato.La situazione è sempre molto in affanno  nonostante i politici e gli economisti ricordino di continuo che la ripresa è avviata.

Le poche offerte di lavoro che vengono rese pubbliche sono letteralmente assediate da centinaia di domande di quanti sono alla ricerca di una occupazione o desiderano cambiarla.

Ed allora restare con un pugno di mosche in mano o cercare di tenere in pugno nuove idee ? Andiamo per la seconda opportunità anche se finora ho sentito soltanto raccontare storie lontane, anche se  appassionanti e vincenti .

immagine

Idee di business, idee per mettersi in proprio, idee imprenditoriali per inventarsi un lavoro. Ad ognuno la sua idea. Ad ogni angolo si sente gente disposta a scommettere su questa o quella idea. Poi se si va  a fare una indagine approfondita  su internet, nella maggior parte dei casi  si trova che proprio quella idea apparentemente geniale è già ben rodata e non può certo dirsi unica ed innovativa.

Ma allora ci viene il dubbio:  è già stato inventato tutto? No, perché  le idee continuano a venire fuori in tutto il mondo,  grazie alle tecnologie avanzate, alla fantasia ed al  buon senso.

Così oggi si sta facendo spazio un mondo di idee,  spesso stravaganti,   che in certi casi si fa davvero fatica a pensare che siano diventate di successo.

immagine

 

Come per esempio l’idea  imprenditoriale di un newyorkese che è stato abbandonato  dalla fidanzata nelle vicinanze del matrimonio. Rientrato in possesso dell’anello di fidanzamento pagato 10mila dollari, si è visto offrire, dal negoziante dove lo aveva acquistato,  la modesta cifra di 3.500 dollari.  Amareggiato dalla situazione generale ha deciso di creare un sito,  idonowidont.com, che si offre come portale per la vendita di anelli ed orologi ,ritornati al mittente dopo l’interruzione del fidanzamento.  Il sito si trattiene il 15% del valore del bene venduto , che alla fine è una percentuale concorrenziale rispetto a quanto si possono trattenere i negozi ed i banchi dei pegni.

Questa è solo una delle tante idee stravaganti e creative che vogliono assaltare e battere la crisi. Crisi che nella maggior parte di casi non si batte con idee geniali e neppure con dei geni !

Pubblicato in Economia -Lavoro e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 − 10 =