I nuovi vocaboli per il meteo

“…Il clima cambia, salviamo l’ambiente finché siamo in tempo …”, oppure “… anche se può esserci un cambiamento del clima, non crediamo molto che sia provocato dall’uomo, il tempo è sempre mutato in tutti i periodi…”

Quanti studi, analisi e soprattutto chiacchere intorno al clima ed alle previsioni del tempo!

E’ un argomento serio, perché interessa tutti, nessuno escluso.

Ma oggi, in questa calda estate, ci vogliamo per un attimo scherzare un po’ su, soffermandoci sul crescendo di aggettivi che ritroviamo qua e là per descrivere il clima e gli eventi metereologici, che sempre più spesso, anche nel mediterraneo, stando diventando estremi.

Tanto per cominciare, che ne dite del titolo … tracollo termico !… ? E di … onda di calore africano … ?

Ma anche …fiammate africane… non è da meno. Un po’ più poetico forse è … valori massimi alle stelle … mentre con un po’ di estro son le espressioni … pazza estatepazzo inverno

Un classico ormai è diventato … allerta meteo … mentre se vogliamo scendere sul cattivo abbiamo ampia scelta di contenuti … temperature shock … , … bomba d’acqua … , grandinata con chicchi grandi come arance…,

Ma già, tra caldo torrido e caldo afoso, poi alla fine che differenza c’è?

P.S. a titolo di informazione il caldo torrido è caldo secco poco umido, mentre il caldo afoso è con percentuali di umidità che fanno crescere la percezione del caldo

Pubblicato in Ambiente, Notizie e con Tag , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × 4 =