In Francia i sondaggi ci hanno preso!

A novembre scorso avevamo scritto l’articolo  –Fallimento dei sondaggi: cercasi nuova occupazione per i sondaggisti-. Dopo le scottature della Brexit e di Trump avevamo picchiato un po’ “duro”; ma stavolta dobbiamo dare a Cesare ciò che è di Cesare. Cioè dobbiamo dare atto ai sondaggisti francesi di aver avuto ragione. E non solo in una ma bensì in due occasione, a distanza di 15 giorni .

L’accuratezza delle previsioni è stata tale che anche gli stessi candidati, molto in anticipo rispetto ai risultati definitivi, seguendo gli exit poll, hanno espresso senza indugio le proprie considerazioni e conclusioni.

Ed allora questo buon lavoro, da cosa scaturisce?

Difficile stabilirlo con certezza perché tante sono le variabili in gioco.Innanzitutto può darsi che gli elettori francesi fossero già decisi fin dall’inizio, cioè si pensa che in pochi abbiano davvero cambiato idea negli ultimissimi giorni di campagna elettorale, quando i numeri dei sondaggisti ormai erano pronti da pubblicare.

Oltretutto in Francia nel primo turno di votazioni si è mantenuta una affluenza al voto alta, consolidando le statistiche e rafforzando le previsioni di voto.

Ci sono poi teorie che sponsorizzano la validità dei sondaggi effettuati prevalentemente online rispetto alle interviste telefoniche. Le reputano più sicure, nel senso che l’intervistato al telefono potrebbe nascondere la propria reale intenzione, rispetto ad un click che garantisce la riservatezza.

Altri pensano invece che il mix migliore sia il contatto telefonico, come rafforzativo dell’intenzione di voto online precedentemente effettuata.

Insomma, il voto che sembrava il più incerto di sempre in Francia, si è invece trasformato in un voto che i sondaggi hanno reso stabile.

Confermati i sondaggi, vediamo ora di confermare l’Europa unita, nel vero significato per cui i padri fondatori l’hanno fondata.  

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 2 =