Francia: la credibilità smarrita

imagesIn poco tempo sono successe tante cose, forse troppe. In un paese dove si costruiscono più moschee islamiche di chiese cattoliche e ci sono più praticanti musulmani che cattolici, è necessario inquadrare e provare a spiegare i fatti, dopo i tanti attentati sul suolo francese.

Ma non solo . E’ necessario un dibattito politico senza superficialità con interpreti che siano forse maggiormente all’altezza di quelli attuali, visto che ci sono :

  • falle nelle procedure dei servizi segreti francesi, dove troppe unità dislocate su diversi ministeri, portano ad una organizzazione farraginosa che spesso crea immobilismo;
  • alcune norme un po’ ottuse, forse pretestuose, come ad esempio quella che mette al bando il costume ( burkini ) per le donne musulmane, che copre interamente il corpo;
  • vignette di Charlie Hebdo che spesso ritornano come macigni, creando situazioni di apprensione e irritabilità sia all’interno che fuori dal paese.

Il nazionalismo transalpino tanto celebrato da solo non può bastare. E’ necessario che la Francia ritrovi quella credibilità che al momento sembra smarrita.

Pubblicato in Capsule del sapere e con Tag , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sedici − 8 =