Fermiamo il montepremi !

Dai dai, alla fine di ottobre, dopo 200 estrazioni a vuoto, sono usciti i 6 numeri. Con una schedina semplice da 3 euro, giocata in una tabaccheria di Vibo Valentia, qualcuno ha sbancato il superenalotto.

immagine

Si tratta di un vincita record, quasi spaventosa. 163.538.706 di euro che il fortunato (o lo sfortunato, a seconda delle situazioni a cui andrà incontro) vincitore si metterà in banca. Si tratta della seconda vincita assoluta, che segue soltanto il sistema, sempre dell’ottobre, ma del 2010, suddiviso tra molte persone, che portò alla vincita di 178 milioni. Ma questa è senz’altro la vincita (credo al mondo)  più alta di sempre per un solo giocatore.

Cosa dire?

Innanzitutto che tanti sono i casi in cui le vincite record si sono poi trasformate, per diversi motivi, in vite da incubo. Taglieggiati dai clan, rincorsi da presunti nuovi amici, ricercati da truffatori e faccendieri, invidiati dai conoscenti, andati ” fuori controllo” per avere in mano troppi soldi; questi alcuni esempi in cui molti fortunati vincitori si sono poi dovuti ricredere sulla ricchezza arrivata così dal nulla, tutta assieme .

In secondo luogo le vincite da sogno vanno contro ad un principio di legalità secondo cui un concorso a premi pubblico non può offrire un premio in denaro così sproporzionato. Invece i montepremi di oggi crescono a dismisura, anche perché la gente gioca somme sempre più consistenti, per via della crisi.

images

Così lo Stato con una mano istiga al gioco che si avvicina sempre più a quello d’azzardo e con l’altra fa proclami e spot invitando i giocatori a non esagerare.

La situazione del gioco in Italia oggi ha preso una brutta piega. Ci sono sempre più casi di persone o di intere famiglie che si sono rovinate economicamente, come pure sempre più si sentono raccontare tragedie familiari, con uccisioni e suicidi, legate al gioco. Nella speranza di vincite mostruose molta gente viene abbagliata e getta via l’intero stipendio, la pensione, i risparmi,  per poi ritrovarsi rovinata al punto tale da mettere in atto azioni terribili.

E’ necessario cambiare questo stato delle cose. Almeno fermiamo il montepremi ! E’ un gioco da ragazzi.

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 × 2 =