E’ tempo di sintesi

L’estate sta finendo ed un anno se ne va… queste le iniziali parole di un pezzo cantato dai Righeira, canzone del 1985,  rimasta nella storia della musica dell’estate .

E con la fine dell’estate ritornano sul tavolo tutti i problemi ancora irrisolti del nostro paese. Cosa sperare con questa babele di parole e di proposte ?

Innanzitutto che si cominci a fare un po’ di allenamento, perché no,  utilizzando il metodo proposto da  Twitter, famosissimo  servizio gratuito di social networking che fornisce agli utenti una pagina aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri. Solo 140 caratteri per volta, ecco l’idea geniale , che vuol dire esprimersi solo dopo aver svolto dentro se stessi un ruolo attento e preciso di sintesi .

Ecco la parola necessaria alla fine dell’estate per il nostro paese : sintesi.

Sintesi, cioè  la capacità di individuare un’asserzione precisa, una tesi, e di sostenerla in modo coerente ed efficace offrendo una varietà di ragioni valide, con una esposizione del proprio pensiero che dovrà però avvenire in modo diretto, senza  arzigogoli né parole superflue.

immagine1

Partendo dai singoli amministratori, consiglieri, fino ai grandi partiti, soprattutto in questa fase storica la capacità di ogni persona o partito di svolgere un ruolo di sintesi, di coordinamento e di disciplina , sarà alla base del buon funzionamento delle istituzioni pubbliche.

Non possiamo più permetterci un politica incapace di fare una attenta  sintesi, perché il tempo ormai è scaduto ed i rischi per il nostro paese sono veramente alti.

Non possiamo più accettare che fin dai piccoli  Consigli Comunali , per poi andare su su fino al Parlamento, si adoperi il tempo per poter intervenire nelle assemblee solo per mettersi in mostra oppure per far trascorrere le ore necessarie al blocco di proposte non gradite.

E’ vero che la sintesi è  una dote speciale che richiede notevoli capacità,  ma intanto … ci si potrebbe allenare seguendo il metodo proposto da Twitter. Poi se anche l’allenamento non basta e se la formula  elettorale ce lo permetterà,  si potrebbe sperare di sostituire nel mandato quella persona senza dote di sintesi, con altra persona stavolta  con dote di sintesi . Forse …sembra più facile a dirsi … che a farsi ….

Pubblicato in Politica - Scuola - Società e con Tag , , , , , , , . Usa il permalink.

Un commento a E’ tempo di sintesi

  1. Sara De Nardi dice:

    Buonasera,

    sono Sara De Nardi, una scrittrice freelance appassionata da tempo di scrittura. Mi occupo in particolare di salute e benessere.

    Seguo con piacere la vostra sezione relativa al benessere, articoli ben fatti e curati.

    Vi scrivo, come appassionata, se è possibile inviarvi un articolo di qualità sulla stipsi e con la possibilità di inserire il mio sito senza scopo di lucro http://www.lastipsi.com per eventuali approfondimenti.

    Sicuri del vostro interesse porgo distinti saluti.

    Sara De Nardi

    http://www.lastipsi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

undici − sei =