Dai francesismi agli inglesismi

Il fascino delle parole straniere da noi c’è sempre stato, anche e soprattutto nelle più alte sfere sociali.

Fino a mezzo secolo fa tante sono state e, ancor oggi lo sono , le parole e le espressioni francesi utilizzare comunemente nella lingua italiana. Molti i francesismi, che hanno cercato di influenzare ed hanno attratto gli italiani, convinti di usare espressioni di un certo fascino, anche per essere considerati,  in un certo qual modo,  “interessanti”.

Ne ricordiamo solo alcune (dato che le parole in uso sono moltissime): bouquet (mazzo di fiori), boutique (negozio di abbigliamento), brochure (opuscolo), silhouette (profilo, contorno), toilette (bagno pubblico).

Ma con la progressiva perdita di centralità del francese in europa e nel mondo, la cui influenza si è andata va via via restringendo a specifici ambiti, anche la quantità dei francesismi, pur restando significativa, in Italia, ha subito una busca frenata.

Ma non perché si è pensato di ritornare alla lingua italiana, ma perché si è stati travolti dalla globalità e dalla tecnologia che hanno fatto propri i termini inglesi.

Così oggi le parole straniere più usate sono quelle inglesi, non solo in Italia, ma in quasi tutte le parti del mondo. Gli inglesismi più diffusi, anche se non troppo datati, sono sulla bocca di tutti. Da noi ormai anche un novantenne arzillo ti può porre la domanda …cosa fai nel weekend ?…,  passando del tutto inosservato.

E cosa pensare quando qualcuno ti dice …vado a fare shopping … Quasi nessuno si permette più di dire … vado a fare acquisti…

Per non parlare poi dei termini  location, computer, manager,  mission, welfare, stop,  ecc. ecc.

Il massiccio influsso dei termini inglesi lo notiamo o essendo talmente ben inseriti nella lingua italiana non ce ne accorgiamo più ?

La risposta è evidente a tutti, anche perché come già detto sopra, l’italiano nel corso dei secoli si è arricchito di tante, forse troppe, parole straniere, che hanno reso ormai, la nostra lingua, non più pura,  ma imbastardita.

Pubblicato in Cultura - Media, Mondo, Notizie e con Tag , , , , , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 × 2 =