Costiera Amalfitana: sempre una certezza- prima parte

La Costiera Amalfitana è uno dei luoghi più turistici d’Italia. Anche se affollato in quasi tutti i periodi dell’anno, merita sicuramente un viaggio.

Ci siamo andati a maggio del 2017 per godere dei primi tepori e vedere i limoni in piena maturazione. Abbiamo deciso di alloggiare non in uno dei paesi più famosi sul mare, ma in collina, a 700 m.s.l.m., a circa 10 km da Amalfi, e precisamente ad Agerola. Il b&b si chiamava “Amaral” ed era gestito da una famiglia che vi risiede e fa anche attività agricola. Il posto è molto tranquillo e la mattina è anche possibile gustare la colazione con prodotti fatti in casa, in particolare la famosa mozzarella fiordilatte, che è pure acquistabile. La figlia ci ha dato anche consigli e notizie utili per scoprire la Costiera.

Un consiglio ve lo diamo anche noi: le strade della Costiera sono strette e tortuose, i parcheggi scarsi e cari, per cui cercate di lasciare l’auto dove alloggiate e utilizzare il più possibile i mezzi pubblici (autobus e traghetti) che invece sono comodi.

Abbiamo scelto il paese di Agerola, anche se come paese non è un granché, perché da lì parte “il Sentiero degli Dei”, un’escursione che in circa 3 ore di cammino, con bellissimi panorami sul mare, porta a Positano. Il sentiero è  in quota, da dove siamo partiti noi è in leggera discesa, vi sono pochi punti dove bisogna fare un po’ di attenzione perché rocciosi, per il resto è abbastanza facile.

Una volta arrivati al piccolo borgo di Nocelle, a circa 400 m.s.l.m, potrete dissetarvi con una spremuta di agrumi nella piazzetta della chiesa con vista panoramica e poi prendere l’autobus per  Positano. Sconsigliamo di fare come noi, ovvero scendere a Positano attraverso i 1700 scalini che ci hanno spezzato le gambe. Da Positano poi abbiamo preso il traghetto che ci ha portato ad Amalfi e da lì l’autobus che per tornare ad  Agerola.

Positano è un paese molto turistico, con pochi monumenti, ma suggestivo. Vi sono sì negozi e locali lussuosi, ma si può comprare abbigliamento e souvenir e mangiare anche con pochi soldi. Sulla spiaggia di ciottoli vi sono anche dei pittori che vendono i loro quadri, con tema il loro paese.

La cittadina più importante della Costiera è Amalfi, molto affollata di turisti ma caratteristica e suggestiva. E’ molto “popolare”, vi si trovano  negozi antichi e particolari. Abbiamo anche trovato una macelleria con alla porta prima un cane, poi un gatto in attesa di qualche bocconcino,scorci di vita molto simpatici.

La cosa più bella di Amalfi è ovviamente la cattedrale, che si affaccia sulla graziosa piazzetta e si staglia in cima ad una ripida e alta scalinata, veramente spettacolare. Molto bello anche l’interno e il chiostro con le caratteristiche arcate e colonnine.

Oltre al limoncello, che troverete in tantissimi negozi, sono famosi  i sandali infradito, che potrete anche farvi fare sul momento.

Risalendo il Paese verso l’interno, c’è una bella passeggiata, abbastanza facile e non molto frequentata, che porta alla Valle dei Mulini e delle Ferriere ( le antiche cartiere di Amalfi). Salendo tramite tranquille scalinate si  attraversano delle vere e proprie piantagioni di limoni  piene di frutti, ma ancora coperte  da teli per evitare il rischio di grandinate. In un’ora circa di cammino ci  si addentra nel bosco  scoprendo ruderi di mulini e cartiere diroccate  dove scorre un torrente dall’acqua cristallina.

Vicino ad Amalfi da vedere anche il caratteristico borgo di Atrani, raggiungibile a piedi attraverso una galleria.

Nella prossima puntata vi racconteremo di Ravello ma soprattutto di Sorrento e di Capri. Di quest’ultima, oltre che del paese lussuoso, vi faremo vedere i panorami che si ammirano da una splendida passeggiata.

 

 

Pubblicato in I viaggi di Giorgio e Betta e con Tag , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 + 13 =