C’è sempre una prima volta

Abitare il tempo è alla fine il senso della vita. Nel tempo le idee forti prima o poi si trasformano in vita (a volte anche dopo molti anni),  grazie agli uomini e alle donne.

In questo caso ci sono voluti 200 anni. Perché nella città di Montgomery, capitale dello stato dell’Alabama, negli Stati Uniti, per la prima volta nei suoi 200 anni di storia, è stato eletto un sindaco nero.

Steven Reed, 45 anni, giudice della contea, al ballottaggio ha battuto col 67% dei voti David Woods, bianco, proprietario di una tv locale.

La particolarità sta nel fatto che Montgomery nel 1861 è stata la prima capitale della Confederazione formata dagli Stati schiavisti del Sud, ed un secolo dopo è stato invece il luogo di origine del movimento per i diritti civili degli afroamericani con Rosa Parks e Martin Luther King jr.

E’ per questo motivo che la nomina di un sindaco nero dopo 200 anni è una prima volta da evidenziare, perché in qualche modo cambia la storia.

E colui che ha cambiato il corso della storia, in questa caso Reed, si è sempre presentato, anche durante la campagna elettorale, con propositi di unità e pace cercando di focalizzare l’attenzione futura come dice lui “su tutte quelle cose che ci avvicinano piuttosto che quelle che ci dividono“.

Un bel segnale, in un mondo pieno di problemi e di contrasti.

Pubblicato in Mondo e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 × cinque =