Casa, dolce casa

E’ di questo periodo la notizia che AirBnB (la startup più famosa al mondo degli affitta-case), ha deciso di dare spazio nella propria piattaforma anche le strutture alberghiere, principali nemici/rivali.

Il cambio di rotta è evidente, come evidente è la strategia di Airbnb (nata per caso circa dieci anni fa, per opera di tre ragazzi trentenni di San Francisco i quali, a causa di un evento in città che aveva esaurito tutti i posti letto negli alberghi della città, decisero di affittare lo spazio extra del loro loft), che ormai è un colosso di azienda che si permette di accogliere anche i principali concorrenti, quasi per far loro un piacere e per ampliare un fatturato, talmente enorme, diviso per nazione, che non è semplice neppure da consolidare.

Se ci pensiamo bene, l’influenza mondiale che ha il sito di Airbnb, sta perfino modificando il volto dei centri storici. Dove prima si trovavano sempre più residenti, oggi si trovano sempre più turisti con i loro trolley, per una vacanza mordi e fuggi; che non solo fa la felicità della società americana, ma aiuta pure le tante famiglie proprietarie ad ampliare i propri redditi con gli affitti delle abitazioni.

Un po’ come Amazon, anche Airbnb, guarda sempre avanti, senza fermarsi.

Per questo a breve troveremo sul mercato nuovi tipi d alloggi ( esempio case vacanze, Alloggi Unici, B&B e Boutique Hotel), adeguatamente selezionati, come pure nuove categorie di viaggi ( oltre che per le famiglie e per lavoro, anche per matrimoni, per viaggi di gruppo  ecc.).

Ma la ciliegina sulla torta sarà l’esperienza di viaggio nelle case più belle al mondo (Airbnb Beyond), che si andrà a sommare alle lussuose case già presenti sul sito, selezionate secondo criteri di qualità, confort, pulizia e design.

Casa dolce casa: con Airbnb dal sogno alla realtà.

Pubblicato in Mondo, Sport e tempo libero e con Tag , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 × cinque =