Buon Natale

Il Natale dovrebbe essere una ricorrenza affascinante, una festa religiosa. Ma da molti anni è divenuta una festa commerciale in cui si è quasi obbligati a fare regali per dimostrare qualcosa a qualcuno. Ma non solo . Oltre all’apparire,  il Natale è diventata pure una gara alla grande mangiata ed all’addobbo.immagine 1

Il presepe, addobbo ma soprattutto vero segno delle festività natalizie, è stato relegato da tempo ad un ruolo di  comprimario, destituito dall’albero, da Babbo Natale e da altri prodotti più alla moda che via via vengono fuori . Per fortuna la presenza del presepe si è comunque mantenuta grazie alle tradizioni locali.

Ma quest’anno il presepe nel nostro paese ha riconquistato l’attenzione generale. Non perché il popolo abbia recuperato un segno che negli ultimi anni è stato francamente un po’ bistrattato,  ma perché con decine e decine di articoli, trasmissioni televisive con la partecipazione di politici, artisti, studiosi, sportivi,  tutti sono stati sollecitati a dire la loro sul quesito se sia giusto o meno fare il presepe nelle scuole.

immagine2Dopo il crocifisso anche il  presepe, nel timore di fare cose che dispiacciano agli estimatori dello stato totalmente laico, per una tranquillità individuale apparentemente necessaria, che vogliono farci assimilare .

Ed invece i media e le informazioni del nostro tempo ci potrebbero far vedere e far capire molte cose in maniera diversa. Gli spunti sarebbero tanti ed il Natale potrebbe diventare un’occasione per condividere ed attuare i nostri buoni sentimenti.  Spetta a noi volerlo.

Il presepe del mondo è pieno di uomini, donne e bambini che cercano di sopravvivere, cercano di salvarsi e per far ciò mettono in gioco la propria vita. Mai come oggi grazie anche ai media ed ai volontari sparsi nel mondo, veniamo a conoscenza di fatti e situazioni drammatiche.

immagine3Ma noi come ci siamo abituati ad un presepe sempre meno segno del Natale, così ci stiamo abituando alle ingiustizie ed alle disgrazie del mondo.

E’ dunque necessario vedere da altra angolatura i fatti e le situazioni vicine e lontane che ci circondano. Solo così potremo avere un Buon Natale !

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × due =