Abbiamo valutato la nostra reputazione digitale ?

Se utilizzate il web, le più disparate piattaforme ed i social network, allora non potete fare a meno di valutare e considerare attentamente la vostra reputazione digitale,  in inglese digital reputation .

Forse non ci abbiamo mai riflettuto così attentamente , ma l’ identità digitale può  rappresentare  un bene pregiato, alcune volte un vero e proprio capitale.

Ed allora, on line,   chi siamo e come siamo ?

Abbattute le distanze e le barriere fisiche, grazie alla rete, le opportunità che la tecnologia può offrire vanno però di pari passo con la reputazione digitale  della persona, che alla fine si  identifica  quasi come un vero e proprio marchio di fabbrica.download

Dunque per chi utilizza come strumento principale gli attuali dispositivi di comunicazione, sarà opportuno osservare  il proprio profilo,  per capire se è stata ben curata la così detta digital reputation.

Non per nulla sono sempre più frequenti  sul web le visite di coloro che ricercano  il nome di qualcuno a cui si è intenzionati di affidare un lavoro o a cui si intende richiedere qualcosa. Si cercano più informazioni possibili e la rete a quel punto  può offrire le più disparate opinioni ed esperienze,   che vanno pure al di  là di quelle professionali. Cosi è possibile imbattersi in foto e video che riguardano anche la sfera non lavorativa , che integrano e completano l’ immagine di una persona .

Per questi motivi a sono nate anche  società di servizi che accompagnano e consigliano  le persone nella cura della  loro  l’immagine on line, perché scivolare su… una buccia di banana… può risultare più facile del previsto, visto che sono pochi i soggetti che possiedono doti di controllo, equilibrio o di furbizia,  tali da permettere di avere e mantenere profili coerenti,  attraenti  e perché no pure  influenti.

Poiché l’identità  dimagesigitale  può essere misurata da molteplici parametri, a cui spesso non facciamo neppure tanto caso, sarà bene invece cominciare a  prenderne coscienza .

Ne elenchiamo alcuni :

 

  • Non postare numeri telefonici personali e le informazioni riservate come ad esempio le date di partenza ed arrivo, i luoghi dove ci stiamo trovando in quel momento;
  • Attenzione a farsi fotografare in locali pubblici in situazioni poco adeguate;
  • Considerare bene i possibili risvolti di video pubblicati su  YouTube  che possono ritrarre l’individuo in momenti di scherzo o in situazioni particolari ;
  • Per il proprio profilo utilizzare sempre immagini non troppo sfacciate;
  • Limitarsi nell’invio di foto personali a persone da poco conosciute sulla rete;
  • Attenzione al tag visto che essere taggati può innescare un meccanismo in cui vengono rese pubbliche foto e documenti anche a propria insaputa.

Oltre a ciò può essere altresì producente avere un sito personale,  curare il proprio profilo anche attraverso  network professionali, dove c’è la  possibilità di pubblicare il curriculum, intervenendo  in dibattiti o avvicinandosi ad altri attraverso azioni mirate e competenti.

Ed allora via , mettiamoci a lavoro, perché qualcuno attorno a noi  e precisamente la società  Reputation Manager, ha sviluppato My Reputation ®,  una piattaforma che permette gratuitamente a chiunque di verificare quanto vale la propria reputazione sul web.

 

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 + quindici =