Attenzione, mai prendersela con il Vernacoliere!

Con il Vernacoliere non si scherza, è bene saperlo. Sembra un controsenso ma è la verità.

Il Vernacoliere, come dice la dizione esatta, è un mensile di Livorno di satira, umorismo e mancanza di rispetto in vernacolo livornese e in italiano, nato nel 1982.

La vendita delle copie è l’unica fonte di reddito del Vernacoliere, sul quale è del tutto assente la pubblicità, per una precisa scelta editoriale.

Rappresenta in termini “tecnici” un … dito nell’occhio (o meglio … nel culo) dei potenti d’ogni scuderia e d’ogni cilindrata.

Ed allora, anche se ti arriva lo sberleffo, che è nel dna del mensile e del suo direttore Mario Cardinali, è bene stare alla larga e soprattutto non ribattere, perché le … vie del Vernacoliere sono infinite…

Ora il leader della Lega Matteo Salvini, che ha la “dipendenza” dal parlare troppo, recentemente se l’è presa su Twitter per appunto con il Vernacoliere, reo di averlo preso in giro sulla locandina ed all’interno del mensile.

Possiamo prendercela con tutti, ribattere all’infinito a tutti, ma il Vernacoliere vi consiglio di lasciarlo perdere.

Salvini, per essersi sentito attaccato, ha scritto contro il Vernacoliere queste parole: Per carità, satira e ironia sono il sale della vita ma perché tirare in ballo la Madonna?

Come se il primo a tirare in ballo la Madonna non fosse stato lui.

Il fatto è che nel numero di dicembre 2019 un articolo spiega che in redazione sarebbe arrivata una lettera da quella Santa donna di Maria, che scrive: caro Vernacoliere c’avrei da mandare a quel paese un certo Matteo Salvini, quel chiacchierone che mi porta sempre per bocca, che sbaciucchia sempre il mio figliolo. Ma cosa vuole, ma chi lo conosce? E sulla locandina, la civetta del giornale, a caratteri cubitali “Artro che ‘r core ‘mmacolato di Maria! La Madonna scrive al Vernacoliere: per favore, mandate Sarvini affanculo per me. Io le parolacce ‘un le posso di’”.

Appena ricevuto il tweet di Salvini, non si è fatta attendere la risposta di Cardinali : “Ah dici che saremmo noi che disturbiamo la Madonna? Dè, via Salvini, e allora te la lasceremo disturbare solo a te”

Attenzione, mai prendersela con il Vernacoliere!

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici + 6 =