Arti e Mestieri: il Rinascimento Artigiano viatico per il 2017

Il mondo del piccolo artigiano in Italia è vivo. Feste, mercati, mercatini; in quest’ultimo mese di dicembre 2016 c’è stata una vera esplosione di banchetti ed esposizioni legate alle arti ed ai mestieri.

Arti minori, antichi sapori, arti e mestieri qualificate; ogni città, ogni borgo, ogni paese, tutti i centri sono stati riscaldati dalle tantissime proposte che stanno dimostrando che davvero nel nostro paese il ritorno ad una identità di piccolo artigianato è nei fatti.

La voglia di Rinascimento Artigiano è presente sui volti di quanti propongono i loro prodotti, le loro idee, le loro passioni. E si resta incantati a vedere le mercanzie esposte, curate nei materiali utilizzati e nei dettagli.

Il posto fisso non esiste più, la ricerca di un lavoro spesso porta a lunghi periodi di attesa e di scoramento. Così in tanti non solo sono tornati al rurale, alla terra, ma si sono riavvicinati lentamente ma progressivamente verso arti e mestieri altamente specializzati, con prodotti di ottima qualità e fattura. Un po’ per hobby, un po’ per necessità.

Questo è’ un messaggio sociale ma anche culturale che fa ben sperare per il nostro paese, composto da tante persone non solo di buona volontà ma anche creative, quasi geniali.

images

A questo punto inizia la seconda fase, quella più delicata. L’attività di marketing per far conoscere, promuovere e vendere i prodotti realizzati, perché non si può vivere di sole pacche sulle spalle, di soli giudizi lusinghieri o di piccoli introiti.

Infatti la cosa che ho notato nei mercatini visitati in questo ultimo mese è stata quella che già nel piccolo della provincia la concorrenza è molto ampia. Tanti sono coloro che propongono bigiotteria, maglie e cappelli fatti a mano, ceramiche, piccoli accessori per la casa, profumi, creme ed olii per la pelle di ogni genere. Oltre che ai molti prodotti legati alla terra, ai sapori. C’è francamente l’imbarazzo della scelta, scelta di acquisto che va poi a ricadere su un unico pezzo o verso pochi esemplari, sia per il costo che per il limitato bisogno.

Così per completare il Rinascimento Artigiano, il piccolissimo produttore molto bravo nella manualità, ma spesso inesperto nelle azioni di ricerca dei mercati, dovrà capire come districarsi ed a chi rivolgersi per riuscire ad aprire dei canali di vendita, che vadano oltre il suo ristretto territorio. Canali di vendita che, vista la globalizzazione e le possibilità di internet, possono portare anche fuori dai confini nazionali. Perché il Rinascimento Artigiano non rimango solo un hobby o un lavoro secondario.

Le arti ed i mestieri sono ormai una parte importante dell’economia. La sfida lanciata verso gli anni a venire va però completata.

 

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici − dodici =