Anche se tutto è veloce, almeno fermati a vedere l’arcobaleno

Tutto è veloce, la vita stessa scorre  veloce. A pensarci bene le nuove tecnologie dovevano aiutarci e liberarci da lavori  e ricerche, facendoci guadagnare del tempo. Invece non è proprio così, visto che   tali possibili benefici sono stati compensati da un’innovazione che ci ha preso, ci accompagna e ci rende sempre “reperibili”, obbligatoriamente presenti e visibili,  anche in pubblico.

images

Sempre collegati,  con  l’ansia di rispondere e con quella velata curiosità di vedere l’altro cosa dice, cosa fa, dove si trova ( e se di nostro gradimento anche per cercare di copiarlo o,se possibile, superarlo ) .  Così la velocità spesso ci crea quell’ansia e quello stato di distrazione che non ci permette più di concentrarci e di riflettere lucidamente.

Personalmente mi sono accorto che le idee e le riflessioni più importanti riesco a maturarle al primo mattino, appena svegliato, forse nel momento più distante dall’ultimo “collegamento” con il mondo esterno,  contatto che di li a poco si ripresenterà ad un ritmo, manco a dirlo, sicuramente veloce.

Lavoro o tempo libero il ritmo è sempre lo stesso, veloce.

Un tempo si valutava se una persona era benestante ed importante da quanto poco lavorasse e dal tempo libero che aveva;  oggi invece si ritiene che una persona sia importante o indispensabile solo se ha poco tempo a disposizione . Se una persona non è impegnata conta davvero poco.

Ed allora da questa velocità di vita, che come abbiamo detto prima, non sembra così conveniente,  quali aspetti positivi si possono trarre ? Senza dubbio,  se usate con equilibrio , le molte informazioni e le occasioni di contatto con altri possono darci una mano ( per la salute, per riparare un oggetto, per trovare un lavoro ecc. ) . Un tempo le notizie arrivavano lentamente e con il contagocce. Oggi sono un  fiume in piena che rischia di travolgerci, da tanto che scende velocemente.

IMG-20151010-WA0000

Ed allora è  necessario allenarsi a riflettere maggiormente, come pure allenarsi a resistere a molte tentazioni come ad esempio di fare sempre compere, andare in questo o quel locale alla moda, dato che tutti ci vanno. Prendersi almeno un’ora per settimana per riflettere in silenzio, trovare qualche occasione settimanale per pranzare o cenare tranquillamente con tutta la famiglia, per scambiare opinioni, per parlare della giornata trascorsa.

Ed ancora, sostare a gustarsi , quando l’occasione è quella giusta,  un bell’arcobaleno…..

Pubblicato in Cultura - Media e con Tag , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 × due =