Anche il gabinetto è un diritto umano !

È normale che le persone si mettano a ridere o a fare battute quando si parla di gabinetto o toitoiletlette, visto che resta comunque un tabù.

Ma non tutti sanno che nel luglio 2013 le Nazioni Unite hanno dichiarato  il 19 novembre la giornata mondiale del gabinetto ( World Toilet Day ), su proposta di Singapore. Questo perché si vuole porre l’attenzione sui problemi sanitari e sull’accesso al gabinetto nel mondo.

Così anche quest’anno l’Onu ha celebrato la giornata mondiale del gabinetto, proprio il 19 novembre 2015, al fine di sollecitare risposte alla difficile situazione che riguarda l’accesso ai servizi igienici (  in media 1 persona su 3 ne è sprovvista, più precisamente 2,4 miliardi di persone non hanno servizi igienici e quasi un milione fa i bisogni all’aperto ) .

bagno

 

Con tali numeri, che si ritrovano soprattutto nei Paesi poveri o in alcune grandi potenze, che nonostante tutto sono  ancora molto indietro  ( esempio l’India ) ,  la mancanza di accesso ai servizi igienici mette in serio pericolo la vita di milioni di bambini, come pure causa,  al resto della popolazione,  infezioni e malattie che facilmente si propagano e difficilmente si debellano  .

 

E si che nel mondo occidentale ormai il bagno è diventato un vero rifugio personale, un spazio sempre più curato sia come design che come  comfort, in quanto parte importante delle nostre abitazioni, arrivato ad essere il vero  luogo di calma e relax per l’individuo .

Ed allora, in occasione della giornata mondiale del gabinetto, per far risaltare ancor di più le contraddizioni attorno alla toilette,  una rivista online, specializzata in arte ed architettura, quest’anno  ha stilato un classifica dei 10 migliori bagni pubblici ( in genere rappresentano un incubo, un luogo che si cerca di evitare ) , classifica che tiene conto del design o della collocazione o del tipo di impianto utilizzato.

Ne ricordiamo soltanto tre, i primi classificati, in pratica quelli che sono saliti sul podio.

norvegia

 

Al primo posto ci sono i servizi pubblici di Stegastein, ad Aurland, in Norvegia, sulla strada turistica Aurlandsfjellet a circa 170 km da Bergen che garantiscono una vista spettacolare su uno dei più noti fiordi della costa occidentale del Paese.

 

 

losanna

 

Al secondo posto il bagno trasparente nel quartiere del Flon nel cuore di Losanna, in Svizzera, dove vetri con cristalli liquidi, si opacizzano solo quando la porta viene chiusa a chiave. Il successo è stato immediato che l’inventore ne ha progettati altri dieci, che sono stati  disposti in fila, sempre in città, in altra zona. Altra particolarità è quella che se entro 10 minuti nulla si muove,  i vetri diventano di nuovo trasparenti e la porta si sblocca da sola.

 

 

New Zeland

 

 

Al terzo posto si arriva a Kumutoto, Wellington, in Nuova Zelanda, dove i bagni pubblici sono rappresentati da insetti o dinosauri che senza dubbio non passano inosservati .

 

 

Ed allora nonostante tutto è bene prendere coscienza  ( da qualche anno anche il World Toilet Day cerca di sottolinearlo ),   che anche il gabinetto è un diritto umano !

Pubblicato in Notizie e con Tag , , , , , , . Usa il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × 4 =